News ricerca

Condividi su

Filtra per anno:

Medulloblastoma: bloccata la progressione del tumore che colpisce il cervelletto dei bambini.

Inattivare la proteina Citron Kinase determina la morte delle cellule tumorali. I risultati dello studio del gruppo di Ferdinando Di Cunto - realizzati anche grazie al sostegno dell'AIRC e pubblicati su Cancer Research - aprono nuove prospettive per lo sviluppo di farmaci di supporto nella terapia del medulloblastoma.

7 luglio 2018

Il NICO alla BraYn, la prima conferenza annuale dei giovani Neuroscienziati italiani

C'era anche una nutrita delegazione di nostri giovani ricercatori alla BraYn che si è svolta a Genova il 29 e 30 giugno, con la nostra Enrica Boda nel comitato scientifico. Marina Boido è stata premiata per la miglior presentazione scientifica dedicata al tema della Neurologia perinatale.

29 giugno 2018

Due ormoni, una diversa regolazione: come estrogeno e progesterone controllano il sistema kisspeptina

Su Brain Research di giugno i risultati dello studio del gruppo di Neuroendocrinologia, guidato dal prof. Giancarlo Panzica.

3 giugno 2018

Sox2: un nuovo gene nello sviluppo dell’atassia cerebellare

Svelato un ruolo inedito del fattore di trascrizione Sox2 nel corretto sviluppo del cervelletto. Su Glia i risultati del lavoro del gruppo guidato da Annalisa Buffo, in collaborazione con l'Università di Milano e il gruppo del prof. Tempia.

30 maggio 2018

La microdelezione 16p11.2 associata all’autismo altera la connettività funzionale prefrontale

Su Brain di maggio i risultati dello studio realizzato dal gruppo di ricerca di Annalisa Buffo, in collaborazione con diversi istituti di ricerca.

25 maggio 2018

Cibo, intestino e cervello: una nuova frontiera per capire le malattie del sistema nervoso?

Steroidi, stress, asse intestino-cervello e salute umana: da questa intersezione nasce una nuova entusiasmante area di studio che la ricerca dovrà affrontare in futuro. Senza dimenticare che gli alimenti sono fonti naturali di sostanze, come i neurotrasmettitori, che possono esercitare effetti cruciali sul sistema nervoso negli esseri umani.

24 maggio 2018

Un parallelo tra due sindromi che influenzano il comportamento sessuale maschile

L'incidenza delle disfunzioni è probabilmente finora sottostimata, mentre le cause e i meccanismi di queste patologie non ancora sufficientemente esplorate. In questa pubblicazione su Endocrine il prof. Giancarlo Panzica ha esaminato il ruolo di tre diversi neuromodulatori (dopamina, serotonina e steroidi neuroattivi) nel controllo del comporatmento sessuale maschile, sia nell'uomo che in modelli sperimentali, in modo da comprendere se la disfunzione sessuale persistente osservata possa essere determinata da meccanismi comuni.

23 maggio 2018

Il nostro 2017 in numeri

9 gruppi di ricerca con oltre 60 ricercatori, 76 pubblicazioni in un anno, oltre 60 progetti di ricerca in corso e altrettante collaborazioni con gruppi di ricerca internazionali. Il NICO cresce e diventa un punto di riferimento per le Neuroscienze italiane.

27 aprile 2018

Agenda

14 febbraio 2020

NICO Progress Report

I nostri giovani ricercatori aggiornano i colleghi sulle loro ricerche. Appuntamento ogni due venerdì in sala Seminari.

27 febbraio 2020

GLIAL CELLS-NEURON CROSSTALK IN CNS HEALTH AND DISEASE

University of Turin, Italy  
The Workshop is aimed at PhD students and young Postdocs with the goal to promote a thorough understanding of the functions of glial cells in health and disease. The program includes lectures on the newest conceptual advancements and methodological approaches in the study of glial cells in synaptic functions, development and CNS diseases.

 

Sportello LESIONI SPINALI

Paziente tetraplegico operato al CTO di Torino torna a usare le mani

Una notizia che abbiamo letto tutti di recente sui giornali. Noi del NICO abbiamo la fortuna di collaborare da anni con il dott. Bruno Battiston e il prof. Diego Garbossa - i chirurghi che hanno svolto l'operazione - e ci siamo fatti spiegare bene in cosa consiste l’intervento, quale era la situazione del paziente e quali saranno i possibili risultati. 
Tutto questo al di là delle semplificazioni e dei titoli roboanti dei giornali, comprensibilmente utilizzati per attirare l’attenzione dei lettori.

10 giugno 2019