Il 30 settembre torna la Notte dei Ricercatori

Condividi su
22/08/2016
Il 30 settembre torna la Notte dei Ricercatori

Torna per l'unidicesimo anno la Notte Europea dei Ricercatori. Il 30 settembre 2016 oltre 200 città europee vivranno in contemporanea la notte di festa dedicata alla ricerca e ai suoi protagonisti.

logo_newNOTTE RICERCATORI 2016

Avvicinare il grande pubblico al mondo della ricerca e in particolare alla figura del ricercatore, dimostrando che “il ricercatore è una persona normale che fa cose eccezionali”. Con questo obiettivo nasce e cresce ogni anno la Notte dei Ricercatori, contribuendo a diffondere la consapevolezza di quanto la ricerca scientifica sia fondamentale per lo sviluppo culturale, sociale ed economico della società.

Come ogni anno ci saremo anche noi del NICO, vi aspettiamo in Piazza Castello a Torino!

Scopri il programma completo della Notte dei Ricercatori in Piemonte e Valle d'Aosta

notte2016_web1

La Notte dei Ricercatori è un’iniziativa promossa e co-finanziata dalla Commissione Europea, all’interno del Programma Quadro europeo per la Ricerca e l’Innovazione HORIZON 2020.

In Piemonte la Notte rientra nel progetto biennale CLoSER – Cementing Links between Science&society toward Engagement and Responsibility.

CLoSER è organizzato da Università degli Studi di Torino, Politecnico di Torino, Università del Piemonte Orientale, Università degli Studi di Scienze Gastronomiche, Associazione CentroScienza Onlus e Creativa-impresa di comunicazione. Il progetto è coordinato da Agorà Scienza e si svolge nell’ambito del Sistema Scienza Piemonte.

Agenda

31 maggio 2019

NICO Progress Report - INN Open Neuroscience Forum 2019

I nostri giovani ricercatori aggiornano i colleghi sulle loro ricerche. Appuntamento ogni due venerdì.

Ricerca

Interferenti endocrini. Il Parlamento europeo impegna la Commissione a emanare norme più restrittive

Buone notizie da Bruxelles. Il Parlamento europeo ha approvato a larga maggioranza una risoluzione che impegna la Commissione (vecchia e nuova) a emanare entro giugno 2020 una normativa più restrittiva che disciplini cosmetici, giocattoli e imballaggi alimentari e che - finalmente - applichi agli EDCs le stesse cautele usate per i composti classificati come sospetti cangerogeni. Una tesi a lungo sostenuta dalla Endrocrine Society e fortemente osteggiata dai rappresentanti della industria chimica.

30 aprile 2019