DigitCult: ricerca e suggestioni nel mondo digitale

Condividi su
12/05/2018
DigitCult: ricerca e suggestioni nel mondo digitale

sabato 12 maggio, ore 10.30-11.30
Sala Professionali (Padiglione 2)
Salone Internazionale del Libro di Torino

DIGITCULT: RICERCA E SUGGESTIONI NEL MONDO DIGITALE

a cura di DigitCult in collaborazione con Aracne Editrice

La rivista online internazionale DigitCult compie due anni di vita. Due le sezioni principali del journal: Provocations and Dialogues, per aprire discussioni e confronti, ad esempio sui monopoli digitali; Articles, e in particolare Special Issue, dedicati a temi chiave della ricerca: dalle tecnologie medicali al social reading. Di questo si parlerà sabato 12 maggio al Salone Internazionale del Libro di Torino.

Introduce
Guido Saracco, Rettore del Politecnico di Torino

Intervengono
Alessandro Vercelli, Università degli Studi di Torino - direttore del NICO
Medicina e tecnologie digitali

Maurizio Vivarelli (Università degli Studi di Torino), Gianni Corino (University of Plymouth - UK)
Social reading

Enrico Pedemonte (giornalista e scrittore), Guido Vetere (Università degli Studi Guglielmo Marconi)
Monopoli digitali

Antonio Santangelo, Mattia Plazio, Francesco Ruggiero (Politecnico di Torino)
Parole in codice, in collaborazione con Nexa

Per approfondire:

DigitCult, december 2017
Deep Machine Learning Application to the Detection of Preclinical Neurodegenerative Diseases of Aging

Agenda

21 marzo 2019

NICO Progress Report - INN Open Neuroscience Forum 2019

I nostri giovani ricercatori aggiornano i colleghi sulle loro ricerche. Appuntamento ogni due venerdì.

Ricerca

Atassia: scoperto il difetto cellulare responsabile di una rara malattia neurologica

Un malfunzionamento dei mitocondri, le centrali energetiche delle cellule, causa lo sviluppo della SCA28, una forma ereditaria di atassia. Dopo 10 anni di studi e grazie al sostegno di Fondazione Telethon, la scoperta del team di ricerca guidato dai proff. Alfredo Brusco e Filippo Tempia dell’Università di Torino e NICO. Lo studio pubblicato sulla prestigiosa rivista Neurobiology of Disease.

4 dicembre 2018