Lorenzo Fabiani di nuovo in pista per sostenere la ricerca

Condividi su
27/10/2018
Fabiani-Santero

Si parte con il Rally Ronde di Moncalvo d'Asti il 3 e 4 novembre, qualche settimana di riposo e poi Lorenzo Fabiani sarà di nuovo in gara al Rally Day di Castiglione Torinese, il 24 e 25 novembre.
Due gare nazionali a bordo della consueta Subaru sti N14, curata questa volta dalla TopRun di Olona (VA), ma sempre con i colori del NICO, e grazie alla sponsorizzazione di Santero vini e Battisti Acciai.

L'intento è testimoniare con "veloce fermezza" il sostegno alla ricerca scientifica, sperando di tornare presto sulle strade del Campionato del Mondo, il Rallye Monte-Carlo 2019, in programma a gennaio.

Fabiani_web
MettiBenzina@NICO_web

Alzheimer, Sclerosi Multipla, SMA: sono le patologie più conosciute, ma spesso si dimentica che la strada per trovare una terapia per queste e altre malattie e lesioni del sistema nervoso parte dalla ricerca di base. Una strada tortuosa e spesso in salita che - proprio come un rally - richiede competenze, passione, entusiasmo e... benzina!
Tutti possono contribuire a “fare il pieno”: bastano pochi click sul nostro sito per sostenere - anche con piccole donazioni - la ricerca scientifica in campo biomedico svolta qui al NICO.

Agenda

17 aprile 2019

From split-brains to emotional consciousness - A tribute to Joseph LeDoux

Wednesday 17th April 2019 – h 9.30
Accademia delle Scienze di Torino, Sala dei Mappamondi
Via Accademia delle Scienze 6, Torino

26 aprile 2019

NICO Progress Report - INN Open Neuroscience Forum 2019

I nostri giovani ricercatori aggiornano i colleghi sulle loro ricerche. Appuntamento ogni due venerdì.

Ricerca

Atassia: scoperto il difetto cellulare responsabile di una rara malattia neurologica

Un malfunzionamento dei mitocondri, le centrali energetiche delle cellule, causa lo sviluppo della SCA28, una forma ereditaria di atassia. Dopo 10 anni di studi e grazie al sostegno di Fondazione Telethon, la scoperta del team di ricerca guidato dai proff. Alfredo Brusco e Filippo Tempia dell’Università di Torino e NICO. Lo studio pubblicato sulla prestigiosa rivista Neurobiology of Disease.

4 dicembre 2018