Il NICO alla BraYn, la prima conferenza annuale dei giovani Neuroscienziati italiani

Condividi su
30/06/2018
Il NICO alla BraYn, la prima conferenza annuale dei giovani Neuroscienziati italiani

Genova, 29-30 giugno 2018
BraYn - Brainstorming Research Assembly for Young Neuroscientists
Il primo meeting annuale dei giovani Neuroscienziati italiani

C'era anche una nutrita delegazione di nostri giovani ricercatori alla BraYn, la prima conferenza annuale dei Neuroscienziati italiani under 40 che si è svolta a Genova il 29 e 30 giugno, con la nostra Enrica Boda tra i membri del comitato scientifico.

eubrain

Grazie a Eu-Brain sono stati assegnati i premi per la miglior presentazione orale (500 euro) e il miglior poster (250 euro).

La nostra ricercatrice Marina Boido - del gruppo di ricerca di Sviluppo e patologia del cervello - ha vinto 250 euro per la migliore presentazione scientifica dedicata al tema della Neurologia perinatale.

Un farmaco che agisce a livello muscolare per contrastare l’Atrofia Muscolare Spinale
Risultati preclinici suggeriscono che la somministrazione di NT-1654 possa rappresentare un valido approccio terapeutico, per contrastare l’alterata innervazione e l’atrofia muscolare nei pazienti affetti da SMA

Marina Boido1, Elena De Amicis1, Valeria Valsecchi1, Marco Trevisan1, Ugo Ala2, Markus A. Ruegg3, Stefan Hettwer4, Alessandro Vercelli1,5

1 Department of Neuroscience Rita Levi Montalcini, Neuroscience Institute Cavalieri Ottolenghi, University of Turin, Turin, Italy
2 Department of Molecular Biotechnology and Health Sciences, University of Turin, Turin, Italy
3 Biozentrum, University of Basel, Basel, Switzerland
4 Neurotune AG, Schlieren, Switzerland
5 Department of Neuroscience Rita Levi Montalcini, National Institute of Neuroscience, Turin, Italy
brain_genova2018web

www.braynconference.com

Agenda

31 maggio 2019

NICO Progress Report - INN Open Neuroscience Forum 2019

I nostri giovani ricercatori aggiornano i colleghi sulle loro ricerche. Appuntamento ogni due venerdì.

Ricerca

Interferenti endocrini. Il Parlamento europeo impegna la Commissione a emanare norme più restrittive

Buone notizie da Bruxelles. Il Parlamento europeo ha approvato a larga maggioranza una risoluzione che impegna la Commissione (vecchia e nuova) a emanare entro giugno 2020 una normativa più restrittiva che disciplini cosmetici, giocattoli e imballaggi alimentari e che - finalmente - applichi agli EDCs le stesse cautele usate per i composti classificati come sospetti cangerogeni. Una tesi a lungo sostenuta dalla Endrocrine Society e fortemente osteggiata dai rappresentanti della industria chimica.

30 aprile 2019