UniStem Day 2012

Condividi su
09/03/2012
UniStem Day 2012

Oltre 9000 studenti di 160 scuole superiori in 20 regioni italiane. Questi i numeri di UniStem 2012, la giornata dedicata alla conoscenza delle cellule staminali che si è svolta il 9 marzo in contemporanea in 20 città.

L'incontro è un'occasione per l'apprendimento, la scoperta, il confronto nell'ambito della ricerca sul tema attuale e controverso delle cellule staminali. Tema che è anche uno spunto per mettere a confronto giovani e scienziati sui temi caldi della ricerca e della sua comunicazione. Professori e ricercatori dialogano infatti con gli studenti, trattando esperienze collegate alla ricerca e alle sue aspettative culturali, all'essere scienziato giorno dopo giorno.

L'evento di Torino, organizzato dal Centro Interuniversitario Agorà Scienza in collaborazione con il NICO, si è svolto presso l'Università di Torino con la partecipazione di 460 studenti delle scuole superiori piemontesi.

Il programma della giornata di Torino

TuttoScienze - La Stampa, 7 marzo 2012
Le staminali e gli sguardi sul futuro, di Luca Bonfanti

Comunicato stampa

IL CALCOLO

Novità di quest'anno l'inedito connubio fra la divulgazione sulle cellule staminali e lo sport.
A Torino e in molte altre sedi in Italia è stato proiettato "Il Calcolo", cortometraggio comico-grottesco - realizzato da Agorà Scienza e Extracampus Tv - su come l'attività fisica, ma anche quella intellettuale, stimolino e quindi contribuiscano a migliorare il funzionamento delle staminali cerebrali.

Agenda

31 maggio 2019

NICO Progress Report - INN Open Neuroscience Forum 2019

I nostri giovani ricercatori aggiornano i colleghi sulle loro ricerche. Appuntamento ogni due venerdì.

Ricerca

Interferenti endocrini. Il Parlamento europeo impegna la Commissione a emanare norme più restrittive

Buone notizie da Bruxelles. Il Parlamento europeo ha approvato a larga maggioranza una risoluzione che impegna la Commissione (vecchia e nuova) a emanare entro giugno 2020 una normativa più restrittiva che disciplini cosmetici, giocattoli e imballaggi alimentari e che - finalmente - applichi agli EDCs le stesse cautele usate per i composti classificati come sospetti cangerogeni. Una tesi a lungo sostenuta dalla Endrocrine Society e fortemente osteggiata dai rappresentanti della industria chimica.

30 aprile 2019