Fondazione

Condividi su

Sostenere progetti di ricerca e di sviluppo strutturale e infrastrutturale nelle Neuroscienze. Questo l'impegno della Fondazione Cavalieri Ottolenghi, ente senza scopi di lucro riconosciuto dalla Regione Piemonte. 

La Fondazione deriva dal lascito all’Università di Torino di Annetta Cavalieri Ottolenghi e, come da Statuto, ha lo scopo di ”approfondire le attuali cognizioni sull’interdipendenza fra stato fisico-chimico del corpo umano e manifestazioni della psiche: cioè sulle cause e la cura dell’insanità mentale”.

L’Istituto di Neuroscienze della Fondazione Cavalieri Ottolenghi (NICO) ha l’obiettivo di eseguire ricerca ad alto livello nel campo delle neuroscienze orientata verso la prevenzione, la diagnostica e la cura dei disordini neurologici. In linea con questo principio, la sua attività di ricerca è focalizzata sui meccanismi che controllano la normale maturazione neuronale e sui difetti che intervengono nelle sindromi da ritardo mentale.

La sede amministrativa e i laboratori di ricerca della Fondazione sono stati ospitati per anni dal Dipartimento di Scienze Cliniche e Biologiche dell'Università di Torino, presso il Polo della Facoltà di Medicina e Chirurgia.

Dal 2010 gli uffici e i laboratori del NICO sono ubicati nel nuovo edificio della Fondazione, presso l'Azienda Ospedaliero - Univesitaria San Luigi Gonzaga, a Orbassano, in provincia di Torino.

Agenda

27 novembre 2020

Sportello LESIONI SPINALI

Mandateci le vostre domande

Premesso che al NICO ci occupiamo di ricerca di base (e non abbiamo quindi pazienti in cura), crediamo sia compito di noi ricercatori dare risposte chiare e soprattutto scientificamente corrette a chi incorre in notizie parzialmente false, scorrette o addirittura in vere e proprie bufale.
Il caso Stamina ci ha insegnato a essere vigili: un piccolo soffio di vento, se “seminato” in un terreno fertile, può infatti scatenare una pericolosa tempesta.

Da qui la volontà di creare questo sportello, uno spazio dedicato alle vostre domande e ai vostri dubbi. Un progetto nato in sinergia con il Coordinamento Para-Tetraplegici del Piemonte, con cui siamo in contatto da molto tempo, e con il Prof. Diego Garbossa, Primario di Neurochirurgia di Città della Salute e della Scienza di Torino, con cui abbiamo creato un team che riunisce ricerca base e neurochirurgia.

Inviate le vostre domande e le leggete alcune delle nostre risposte

31 agosto 2020