Tributiltina: dimostrato l'effetto sui circuiti nervosi

Condividi su
19/06/2016
obesità

La tributiltina (TBT) è uno dei più diffusi distruttori metabolici e si trova nelle acque dolci e salate, rilasciato da vernici antimuffa e da manufatti in PVC.
In questo lavoro abbiamo dimostrato che l’esposizione cronica alla TBT ha un'azione sui circuiti nervosi che controllano il metabolismo e l’assunzione di cibo.

In un modello sperimentale murino abbiamo dimostrato che l’esposizione alla TBT per quattro settimane induce significative diminuzioni della leptina circolante in entrambi i sessi, dell’espressione del peptide NPY a livello ipotalamico (NPY è responsabile dell'induzione dell’appetito) solo nei maschi, e dell’espressione del suo recettore principale (Y1).

Contrariamente a quanto si era pensato finora, il nostro modello sperimentale dimostra che la TBT non ha solo effetti sul tessuto adiposo, ma può fortemente influenzare anche i circuiti nervosi, in particolare quelli correlati con l’assunzione del cibo e il controllo del metabolismo.

Andrology, giugno 2016

Adult exposure to tributyltin affects hypothalamic neuropeptide Y, Y1 receptor distribution, and circulating leptin in mice

E. Bo, A. Farinetti, M. Marraudino, D. Sterchele, C. Eva, S. Gotti, G. Panzica

Agenda

15 ottobre 2021

Sportello LESIONI SPINALI

Mandateci le vostre domande

Premesso che al NICO ci occupiamo di ricerca di base (e non abbiamo quindi pazienti in cura), crediamo sia compito di noi ricercatori dare risposte chiare e soprattutto scientificamente corrette a chi incorre in notizie parzialmente false, scorrette o addirittura in vere e proprie bufale.
Il caso Stamina ci ha insegnato a essere vigili: un piccolo soffio di vento, se “seminato” in un terreno fertile, può infatti scatenare una pericolosa tempesta.

Da qui la volontà di creare questo sportello, uno spazio dedicato alle vostre domande e ai vostri dubbi. Un progetto nato in sinergia con il Coordinamento Para-Tetraplegici del Piemonte, con cui siamo in contatto da molto tempo, e con il Prof. Diego Garbossa, Primario di Neurochirurgia di Città della Salute e della Scienza di Torino, con cui abbiamo creato un team che riunisce ricerca base e neurochirurgia.

Inviate le vostre domande e le leggete alcune delle nostre risposte

31 agosto 2020