Neuroendocrinologia

Condividi su

Gruppo guidato da Giancarlo Panzica

Neuroendocrinologia

Gli ormoni sono tra i fattori ambientali più importanti per lo sviluppo, il differenziamento e il funzionamento del sistema nervoso. In particolare, il nostro gruppo di ricerca è interessato alle interazioni tra ormoni steroidi, circuiti nervosi e comportamenti dipendenti dagli steroidi, come il comportamento sessuale e l’assunzione del cibo.
Chiarire queste interazioni può essere fondamentale per capire le cause che portano ad alcune malattie comportamentali (anoressia, depressione) o neurodegenerative (Parkinson, Sclerosi multipla) che presentano una forte componente di differenza tra i sessi.

2010-2020 NICO, i nostri 10 anni

Inoltre, una minima alterazione degli equilibri ormonali - come quelle determinate dall’esposizione a composti chimici in grado di interagire con i loro recettori - può indurre effetti dannosi sul comportamento e la fisiologia degli animali e dell’uomo.

Gli studi sperimentali in questo campo sono utili per comprendere quali valori soglia possono essere accettabili e se alcune disfunzioni possono essere causate dall’esposizione a questi fattori ambientali (leggi a proposito un articolo della rassegna stampa 2012).

Le nostre principali linee di ricerca al momento riguardano:

  • Il ruolo degli androgeni e degli estrogeni nel differenziamento dei circuiti cerebrali coinvolti nel controllo della riproduzione, soprattutto per quanto concerne la regolazione della pubertà e della fertilità, oltre che l’interazione tra questi e il controllo dell'assunzione del cibo e del metabolismo energetico.
  • Il ruolo dei neurosteroidi e di alcuni neuropeptidi nei disturbi affettivi, al fine di capire se le differenze di genere che si riscontrano in queste malattie possano avere una base legata agli effetti endogeni dei neurosteroidi. Questa ricerca potrà aprire anche nuove prospettive di applicazione farmacologica dei neurosteroidi.
  • Steroidi sessuali e neurogenesi.
  • Gli effetti di diversi interferenti endocrini, definiti obesogeni, sulla regolazione dei circuiti cerebrali che controllano la riproduzione ed il comportamento alimentare (su questa ricerca leggi l'articolo "Gli 800 veleni nascosti dove meno te lo aspetti" - Il Venerdì di Repubblica del 21/4/2017).

  Sostieni il lavoro di questo gruppo di ricerca 
Dona in modo sicuro con    

ppcom

Special Issues

*****************************

EDC_newsletter

Endocrine Society
EDCs European Union Newsletter

*****************************

Turin_web_imagelarge

Virtual Meeting
STEROIDS and NERVOUS SYSTEM
19-22 February 2022

*****************************

Attività editoriale del gruppo
> Special Issues

Società Italiana di Endocrinologia
> Ipogonadismo centrale, Gruppo NICe

Club SIE - Endocrinologia Ambientale

ChemicalWatch, July 2015
Experts endorse Parma consensus on ‘metabolic disruptors’

SIAMO CIO' CHE MANGIAMO
Sistema nervoso e fitoestrogeni: protezione o danni? >> scopri il progetto di ricerca 

HCK_LogoOrizz
S&P BRAIN
Services and Products for preclinical proof of concepts

Il nostro spin off fornisce studi completi in vivo di proof-of-concept ad aziende farmaceutiche, biotecnologiche e di dispositivi medicali o a centri di ricerca.
Offre studi sperimentali di alta qualità che portino ai risultati attendibili necessari allo sviluppo della fase preclinica.

News

Esposizione cronica al bisfenolo A in gravidanza: come le plastiche possono alterare encefalo e comportamento sociale

L’esposizione cronica per un periodo che copre gravidanza e allattamento, a una dose di BPA pari a quella indicata come dose tollerabile giornaliera (TDI) dall’EFSA (European Food Safety Authority) causa nelle femmine di topo alterazioni sia a livello comportamentale che encefalico.
I risultati dello studio realizzato dai nostri ricercatori del gruppo di Neuroendocrinologia e pubblicati sull’European Journal of Histochemistry suggeriscono quanto sia urgente adottare misure più stringenti nell'utilizzo di BPA, a tutela della salute di tutti.  

12 gennaio 2022

Anoressia nervosa: Marilena Marraudino del NICO vince la borsa BBRF per indagare gli effetti della soia in gravidanza

La nostra ricercatrice Marilena Marraudino, del gruppo di ricerca NICO di Neuroendocrinologia, è tra i 150 vincitori della borsa di ricerca biennale con cui la Brain & Behavior Research Foundation sostiene il lavoro di promettenti giovani scienziati con idee innovative nella ricerca sulla salute mentale.
Il progetto della dr.ssa Marraudino - selezionato tra 788 candidature -  è uno dei 7 scelti nella categoria ricerca di base nei disordini alimentari

6 dicembre 2021

World Food Day: i nostri studi sugli effetti dei fitoestrogeni

Accendere i riflettori sulla malnutrizione legata alla povertà, sulla sicurezza alimentare ma anche sull’importanza di una dieta corretta, soprattutto dove il cibo è superfluo e talvolta viene sprecato. È questo l'obiettivo della Giornata mondiale dell'alimentazione che si celebra ogni anno il 16 ottobre.
L'edizione 2021 ci ricorda come ognuno di noi sia responsabile, con le sue azioni, per diminuire l'impatto ambientale, lo spreco e i costi sanitari dovuti a una cattiva alimentazione.
Per noi un'occasione per parlarvi degli effetti dei fitoestrogeni. Mentre la comunità scientifica si interroga da tempo sulla pericolosità per la salute degli Interferenti Endocrini di natura sintetica, molto meno conosciuto (e indagato) è il fatto che anche alcune molecole di origine naturale come i fitoestrogeni - tra questi la Genisteina (GEN) - particolarmente abbondanti negli alimenti a base di soia, possano avere azioni analoghe agli IE sintetici.
Data la grande diffusione della soia, i nostri ricercatori del gruppo gruppo di Neuroendocrinologia si sono chiesti quali possano essere gli effetti a lungo termine dell'assunzione della GEN nel periodo neonatale. Le risposte nello studio pubblicato su Metabolites.

16 ottobre 2021

Obesity Day: sotto accusa dieta e vita sedentaria, ma anche i fattori ambientali

Molti ricercatori sono convinti che l’aumento quasi esplosivo dell’obesità non sia da attribuire solo alle abitudini di vita e alla dieta. Come per altre patologie complesse possono infatti essere implicate anche altre cause, come i fattori ambientali.

Il gruppo NICO di Neuroendocrinologia guidato dal prof. Giancarlo Panzica si occupa da anni dello studio degli interferenti endocrini: sostanze chimiche di origine naturale o industriale a cui siamo esposti quotidianamente e che possono alterare il nostro sistema endocrino

10 ottobre 2021

Il Cervello nei due sessi: somiglianze e differenze

Ne parla GianCarlo Panzica, Professore Onorario di Anatomia Umana dell'Università di Torino che qui al NICO guida il gruppo di ricerca di Neuroendocrinologia, ospite dell'Associazione Mensa Italia.

Guarda il video della conferenza.

10 giugno 2021