Infinitamente

Condividi su
16/03/2013
Infinitamente

Esistono molte differenze tra maschi e femmine di tutte le specie, incluse differenze nei comportamenti. Non è quindi sorprendente il fatto che anche i circuiti nervosi e, in generale, il cervello siano diversi nei maschi e nelle femmine.

Queste differenze derivano da processi che si svolgono per lo più durante lo sviluppo del sistema nervoso e sono guidati prima di tutto dalle differenze sessuali nel corredo genetico che, a loro volta, determinano la comparsa di testicoli o ovaie che producono particolari ormoni steroidei (androgeni i testicoli, estrogeni le ovaie) che agiscono a livello cerebrale per indirizzare il cervello in senso maschile o femminile e quindi determinare la comparsa di comportamenti diversi.

Sostanze presenti nell'ambiente, come inquinanti o componenti naturali del cibo, possono legarsi ai recettori per gli estrogeni o gli androgeni e determinare profonde alterazioni nel corso dello sviluppo, giungendo ad alterare alcuni eventi funzionali e comportamenti. Questi studi hanno aperto un nuovo campo di ricerca volto ad affinare le terapie per arrivare ad una loro più corretta applicazione nel cervello maschile e femminile.

Programma completo del festival: www.infinitamente-verona.it

Agenda

03 dicembre 2021

Sportello LESIONI SPINALI

Mandateci le vostre domande

Premesso che al NICO ci occupiamo di ricerca di base (e non abbiamo quindi pazienti in cura), crediamo sia compito di noi ricercatori dare risposte chiare e soprattutto scientificamente corrette a chi incorre in notizie parzialmente false, scorrette o addirittura in vere e proprie bufale.
Il caso Stamina ci ha insegnato a essere vigili: un piccolo soffio di vento, se “seminato” in un terreno fertile, può infatti scatenare una pericolosa tempesta.

Da qui la volontà di creare questo sportello, uno spazio dedicato alle vostre domande e ai vostri dubbi. Un progetto nato in sinergia con il Coordinamento Para-Tetraplegici del Piemonte, con cui siamo in contatto da molto tempo, e con il Prof. Diego Garbossa, Primario di Neurochirurgia di Città della Salute e della Scienza di Torino, con cui abbiamo creato un team che riunisce ricerca base e neurochirurgia.

Inviate le vostre domande e le leggete alcune delle nostre risposte

31 agosto 2020