Anoressia nervosa: Marilena Marraudino del NICO vince la borsa BBRF per indagare gli effetti della soia in gravidanza

Condividi su
06/12/2021
Anoressia nervosa: Marilena Marraudino del NICO vince la borsa BBRF per indagare gli effetti della soia in gravidanza

BBRF Young Investigator Grants 
DISORDINI ALIMENTARI
Anoressia Nervosa e soia: un buon supplemento alimentare in gravidanza per la salute di madri e figli?

La nostra ricercatrice Marilena Marraudino, del gruppo di ricerca NICO di Neuroendocrinologia guidato dal prof. Giancarlo Panzica, è tra i 150 vincitori della borsa di ricerca biennale con cui la Brain & Behavior Research Foundation sostiene il lavoro di promettenti giovani scienziati con idee innovative nella ricerca sulla salute mentale.

La sovvenzione per giovani ricercatori BBRF garantisce fino a $ 35.000 all'anno per due anni (per un totale di $ 70.000), permettendo così ai giovani scienziati di estendere la loro formazione o di iniziare una carriera come ricercatore indipendente nel campo delle neuroscienze e della psichiatria.

Il progetto della dr.ssa Marraudino (nella foto qui in basso) - selezionato tra 788 candidature -  è uno dei 7 scelti nella categoria ricerca di base nei disordini alimentari

Basic Research in EATING DISORDERS (lo trovi a pag. 22 della brochure BBRF)

MarilenaMarrudino_NICO_web

L'importanza della dieta in gravidanza

I fattori nutrizionali e lo stile di vita durante la gravidanza sono fondamentali per la salute della madre, così come per un ottimale sviluppo del feto. La gravidanza, infatti, richiede un maggiore apporto di macro e micronutrienti e una dieta equilibrata. Assunzioni alterate possono predisporre la prole a patologie croniche in età adulta come l’obesità, il diabete, le malattie cardiovascolari e i ritardi dello sviluppo neurologico.

Studi dimostrano che le diete vegetariane e vegane - se ben pianificate - possono essere considerate sicure durante la gravidanza e l’allattamento, ma richiedono una forte consapevolezza per un’assunzione equilibrata di nutrienti chiave.

Il punto è: i legumi o i prodotti a base di soia sono nutrienti sicuri?
Molti studi evidenziano infatti che i legumi - in particolare la soia - sono particolarmente abbondanti di fitoestrogeni, come la Genisteina (GEN), inclusa nell’elenco degli interferenti endocrini (IE).

Ve ne abbiamo parlato nello studio riportato qui sotto.

Fitoestrogeni-l-assunzione-precoce-di-Genisteina-causa-alterazioni-riproduttive-e-del-metabolismo
Metabolites, luglio 2021
Fitoestrogeni: l’assunzione precoce di Genisteina causa alterazioni riproduttive e del metabolismo

Data la grande diffusione del latte di soia, i nostri ricercatori si sono chiesti quali siano gli effetti a lungo termine della Genisteina (GEN) assunta nel periodo neonatale, una fase critica per lo sviluppo dei circuiti neurali che sono sotto il controllo degli ormoni gonadici. scopri di più

Disturbi alimentari, Anoressia e stress

Le donne con disturbi alimentari, principalmente quelle affette da anoressia nervosa (AN), consumano maggiormente prodotti a base di soia e alimenti a base vegetale. L’AN è una patologia caratterizzata da una restrizione dell’apporto energetico, con conseguente perdita significativa di peso; intenso stato d’ansia per l’aumento di peso e percezione distorta del peso e della forma del corpo associati al perfezionismo e all’eccessivo controllo, che genera un alto livello di stress.

Stress e umore materno alterato in gravidanza (consequenziale a livelli elevati di CRH, ormone coinvolto nella risposta allo stress) possono danneggiare l’ambiente intrauterino, comportare il rischio di esiti ostetrici avversi o influenzare il corretto sviluppo fetale.

Quali gli effetti dei fitoestrogeni nelle madri con Anoressia nervosa?

Questo progetto di ricerca vuole indagare le possibili conseguenze dell’uso della soia come sostituto nutrizionale nelle diete povere di macronutrienti durante la gravidanza, non solo sulla madre, ma anche sulla prole. Con l’obiettivo di rispondere a due quesiti.

Può la soia, ricca del fitoestrogeno genisteina, generare forti ripercussioni a livello neuroendocrino, nelle madri con AN (che hanno già forti alterazioni ormonali dovute sia a stati dietetici che stressanti)?

Inoltre, può l’esposizione a un alto tasso di un fitoestrogeno, in qualità di distruttore endocrino, avere effetti sull’ambiente intrauterino già alterato nelle madri affette da AN?

PONC_anoressia

Le cellule del sistema neurale Pro-opiomelanocortina (POMC) sono espresse a livello ipotalamico del Nucleo Arcuato. Il sistema POMC – che inibisce la stimolazione della fame - sembra essere overespresso nelle donne affette da anoressia.

Guarda il video

GiovedìScienza racconta la ricerca al NICO

Vivere per sempre. 
Una popolazione sempre più longeva, i suoi problemi e le risposte della ricerca

Hai perso la diretta? Guarda ora il video di GiovedìScienza al NICO: una puntata in diretta dai nostri laboratori dedicata alla ricerca sull'invecchiamento.

3 marzo 2022