EASI GENOMICS: vinto il finanziamento per studiare lo sviluppo degli astrociti nel cervelletto

Condividi su
10/11/2021
EASI GENOMICS: vinto il finanziamento per studiare lo sviluppo degli astrociti nel cervelletto
Image credit: www.nature.com/articles/s41592-019-0631-4 

EASI GENOMICS
SPACER - Un atlante di trascrittomica spaziale in singola cellula per studiare lo sviluppo e le funzioni del cervelletto

Il progetto presentato dalla prof.ssa Annalisa Buffo e dalla dott.ssa Valentina Cerrato del gruppo NICO di Fisiopatologia delle cellule staminali cerebrali è tra i 33 vincitori del bando molto competitivo del consorzio europeo EASI Genomics, nell'ambito del programma Horizon 2020, a cui hanno partecipato 143 gruppi di ricerca provenienti da 27 paesi di tutto il mondo.

logo

EASI Genomics si pone l’obiettivo di rendere possibile lo svolgimento di esperimenti complessi, basati su tecniche altamente innovative di genomica attualmente non disponibili nel nostro istituto e nella maggior parte dei laboratori europei, ma considerate un “must” nel campo delle neuroscienze degli ultimi anni.

Grazie a questo prezioso supporto le nostre ricercatrici svolgeranno analisi di espressione genica in situ su tessuti di roditore a diversi stadi di sviluppo prima e dopo la nascita. Studieremo così i processi molecolari alla base della generazione e della fisiologia delle cellule cerebellari, con lo scopo ultimo di comprendere a fondo i meccanismi di funzionamento e malfunzionamento di questa area del cervello.

Immagine1

In particolare, la tecnica (spatially resolved transcriptomics) nominata da Nature metodo dell’anno nel 2020, consentirà di analizzare per la prima volta il pattern di espressione spaziale di centinaia di geni a livello di singole cellule cerebellari durante lo sviluppo: un prezioso valore aggiunto per gli studi dello sviluppo e fisiologia del cervelletto.

Questi studi non possono infatti prescindere dal contesto spaziale, poiché diverse funzioni cerebellari si fondano sulla sua topografia, per cui ogni regione cerebellare ospita specifici circuiti neuronali specializzati a svolgere funzioni definite.

Gli esperimenti finanziati da EASI Genomics saranno svolti a Stoccolma, presso SciLife Lab, una prestigiosa facility partner del consorzio. 

L'immagine qui a sinistra mostra diversi ingrandimenti della sezione di cervello, fino ad arrivare a livello della singola cellula. Questa tecnica innovativa - che le nostre ricercatrici potranno usare grazie al bando EASI GENOMICS - consente di vedere l’espressione di geni in singole cellule sul tessuto.
Image credit: www.nature.com/articles/s41592-019-0631-4

Agenda

25 novembre 2021

Sportello LESIONI SPINALI

Mandateci le vostre domande

Premesso che al NICO ci occupiamo di ricerca di base (e non abbiamo quindi pazienti in cura), crediamo sia compito di noi ricercatori dare risposte chiare e soprattutto scientificamente corrette a chi incorre in notizie parzialmente false, scorrette o addirittura in vere e proprie bufale.
Il caso Stamina ci ha insegnato a essere vigili: un piccolo soffio di vento, se “seminato” in un terreno fertile, può infatti scatenare una pericolosa tempesta.

Da qui la volontà di creare questo sportello, uno spazio dedicato alle vostre domande e ai vostri dubbi. Un progetto nato in sinergia con il Coordinamento Para-Tetraplegici del Piemonte, con cui siamo in contatto da molto tempo, e con il Prof. Diego Garbossa, Primario di Neurochirurgia di Città della Salute e della Scienza di Torino, con cui abbiamo creato un team che riunisce ricerca base e neurochirurgia.

Inviate le vostre domande e le leggete alcune delle nostre risposte

31 agosto 2020