Gianmarco Pallavicini del NICO-UNITO tra i vincitori della borsa di ricerca AIRC e FIRC

Condividi su
09/03/2020
Gianmarco Pallavicini del NICO-UNITO tra i vincitori della borsa di ricerca AIRC e FIRC

Il nostro ricercatore Gianmarco Pallavicini, del gruppo di Neurogenesi embrionale guidato da Ferdinando Di Cunto, è uno dei cento vincitori delle borse di ricerca assegnate - 10 in Piemonte - per il 2020 da AIRC e FIRC.

Il progetto di ricerca punta a validare nuovi target terapeutici efficaci nel trattamento del glioblastoma, un tumore estremamente aggressivo che si origina dalle cellule della glia e per il quale – a oggi –  i pochi trattamenti specifici disponibili sono spesso inefficienti.

GMPallavicini

Grazie alla borsa annuale FIRC, il dr Pallavicini potrà studiare l’effetto dell’inibizione di alcuni geni microcefalici nel glioblastoma. Lo scopo del suo progetto è infatti verificare che l’eliminazione dei geni che causano microcefalia possa essere efficace nel colpire in modo selettivo le cellule tumorali.

medulloblastoma

La microcefalia primaria è un disturbo genetico che durante lo sviluppo causa una morte massiccia delle cellule che daranno origine al cervello. Questo deriva dalla perdita di specifici geni. Dal momento che il glioblastoma si origina da questi tipi cellulari, quando lo sviluppo dell’encefalo è ormai ultimato, in linea teorica l’inibizione di questi geni dovrebbe causare la morte del tumore senza colpire il resto del cervello.

Lo studio mira a dimostrare che alcune proteine importanti per il neurosviluppo embrionale possano avere un ruolo fondamentale anche nella progressione di questi tumori. Le loro caratteristiche intrinseche - ovvero che la loro mancanza non porti danni negli altri organi sviluppati - fa si che possano essere, in linea teorica, target terapeutici con pochissimi effetti collaterali.

La ricerca finanziata da FIRC - va sottolineato - è uno studio di base, ma, nel caso avesse successo, il progetto ha un alto potenziale traslazionale. L’attività enzimatica di queste proteine è infatti fondamentale per la loro funzione: dal momento che sono già disponibili inibitori specifici, identificato un candidato interessante sarà più rapido proporre un nuovo tipo di trattamento per i glioblastomi.

Agenda

15 ottobre 2021

Sportello LESIONI SPINALI

Mandateci le vostre domande

Premesso che al NICO ci occupiamo di ricerca di base (e non abbiamo quindi pazienti in cura), crediamo sia compito di noi ricercatori dare risposte chiare e soprattutto scientificamente corrette a chi incorre in notizie parzialmente false, scorrette o addirittura in vere e proprie bufale.
Il caso Stamina ci ha insegnato a essere vigili: un piccolo soffio di vento, se “seminato” in un terreno fertile, può infatti scatenare una pericolosa tempesta.

Da qui la volontà di creare questo sportello, uno spazio dedicato alle vostre domande e ai vostri dubbi. Un progetto nato in sinergia con il Coordinamento Para-Tetraplegici del Piemonte, con cui siamo in contatto da molto tempo, e con il Prof. Diego Garbossa, Primario di Neurochirurgia di Città della Salute e della Scienza di Torino, con cui abbiamo creato un team che riunisce ricerca base e neurochirurgia.

Inviate le vostre domande e le leggete alcune delle nostre risposte

31 agosto 2020