Rassegna stampa

Condividi su

Filtra per anno:

23 novembre 2015 - ANSA Piemonte

In arrivo protesi con gusci crostacei

Oltre 200 medici ne parleranno a Congresso Microchirurgia

23 novembre 2015 - Repubblica.it - Torino

Torino, dal guscio dei crostacei la nuova cura per le lesioni dei nervi

23 novembre 2015 - InSaluteNews.it

Dal guscio dei crostacei una nuova terapia per riparare le lesioni dei nervi

23 novembre 2015 - TorinoToday.it

Dal guscio dei crostacei una nuova terapia per riparare le lesioni dei nervi

23 novembre 2015 - Leonardo.it

Salute, dal guscio dei crostacei una cura per lesioni dei nervi

23 novembre 2015 - SaluteDomani.com

Dal guscio dei crostacei una nuova terapia per riparare le lesioni dei nervi

23 novembre 2015 - GravitàZero.org

Dal guscio dei crostacei una nuova terapia per curare le lesioni dei nervi

23 novembre 2015 - CronacaQui.it

Le protesi? Con i gusci dei crostacei

23 novembre 2015 - PopularScience.it

Le nuove protesi? Ricavate dal guscio dei crostacei

20 ottobre 2015 - IlGiornale.it

Scoperto farmaco che riduce l'ictus

20 ottobre 2015 - Panorama Sanità.it

Sintetizzato un farmaco che può limitare i danni neuronali in seguito a ischemia

20 ottobre 2015 - Tgcom 24

Ictus, scoperto in italia un farmaco che riduce del 50% i danni al cervello

20 ottobre 2015 - Huffingtonpost.it

Ictus, scoperto farmaco che limita danni al 50% dopo 6 ore: lo studio del Mario Negri di Milano e del NICO di Torino

20 ottobre 2015 - La Stampa.it

Scoperta italiana: farmaco che può ridurre del 50% i danni cerebrali post ictus

20 ottobre 2015 - Salute24 - ilSole24Ore.com

Ischemia cerebrale, nuovo farmaco riduce danni neuronali del 50%

Agenda

22 maggio 2020

Sportello LESIONI SPINALI

Paziente tetraplegico operato al CTO di Torino torna a usare le mani

Una notizia che abbiamo letto tutti di recente sui giornali. Noi del NICO abbiamo la fortuna di collaborare da anni con il dott. Bruno Battiston e il prof. Diego Garbossa - i chirurghi che hanno svolto l'operazione - e ci siamo fatti spiegare bene in cosa consiste l’intervento, quale era la situazione del paziente e quali saranno i possibili risultati. 
Tutto questo al di là delle semplificazioni e dei titoli roboanti dei giornali, comprensibilmente utilizzati per attirare l’attenzione dei lettori.

10 giugno 2019