Grant Fondazione Veronesi 2019: Sara Bonzano del NICO tra i 198 vincitori

Condividi su
20/03/2019
Grant Fondazione Veronesi 2019: Sara Bonzano del NICO tra i 198 vincitori

21 marzo, Università di Milano
Grant Fondazione Veronesi 2019
Sara Bonzano del NICO vince la borsa di studio per il secondo anno di seguito

grantFUV2019

La nostra ricercatrice Sara Bonzano è tra i 198 vincitori del Grant annuale assegnato da Fondazione Umberto Veronesi per il 2019.
La cerimonia di consegna delle borse si è svolta il 21 marzo all'Università di Milano.
Il progetto di ricerca Sara, che si era aggiudicata la borsa di ricerca post-dottorato anche nel 2018, è tra i 21 selezionati nell'ambito dell'area neuroscienze.

Tra le patologie studiate: morbo di Alzheimer, di Parkinson, disturbi dello spettro autistico, sclerosi laterale amiotrofica (SLA) e sclerosi multipla, depressione e invecchiamento cerebrale.

Sara Bonzano, gruppo di Neurogenesi adulta
Nr2f1, mitocondri e cellule staminali:
alleati nella plasticità cerebrale

Con l’invecchiamento il cervello diventa meno plastico e perde la capacità di immagazzinare nuove memorie. Ad oggi, le cellule staminali del cervello rappresentano un potenziale bersaglio per rallentare l’invecchiamento cerebrale. L'ipotesi di lavoro è che il regolatore molecolare Nr2f1/COUP-TFI, che induce le staminali del cervello giovane a formare nuove cellule nervose e la cui funzione diminuisce con l’invecchiamento, possa agire mediante un’azione diretta sui mitocondri, la “centrale energetica” della cellula.

In particolare, si studierà l’effetto di questo regolatore sulle cellule staminali dell’ippocampo, sede di memoria ed apprendimento, e sui loro mitocondri, utilizzando sia approcci genetici volti a manipolare la funzione di Nr2f1/COUP-TFI nelle staminali cerebrali, sia tecniche avanzate di diagnostica per immagini.
Il fine ultimo sarà quello di identificare nuovi potenziali bersagli molecolari per lo sviluppo di terapie innovative per il trattamento delle patologie legate all’invecchiamento cerebrale come le malattie neurodegenerative e la demenza senile.

leggi anche:

Il progetto di Sara vincitore nel 2018
Riattivare le staminali del cervello contro il declino cognitivo

CellReports2018_immagine2

Cell Reports, 10 luglio 2018
Neurone o astrocita?
Scoperto il gene che guida le staminali adulte nella scelta del loro destino
Il gene COUP-TFI controlla che le staminali producano la giusta quantità di nuovi neuroni o astrociti. Un eccesso dei secondi è la conseguenza di processi infiammatori associati a patologie tra cui l’Alzheimer. La scoperta del nostro team guidato dalla prof.ssa Silvia De Marchis 

Agenda

14 febbraio 2020

NICO Progress Report

I nostri giovani ricercatori aggiornano i colleghi sulle loro ricerche. Appuntamento ogni due venerdì in sala Seminari.

27 febbraio 2020

GLIAL CELLS-NEURON CROSSTALK IN CNS HEALTH AND DISEASE

University of Turin, Italy  
The Workshop is aimed at PhD students and young Postdocs with the goal to promote a thorough understanding of the functions of glial cells in health and disease. The program includes lectures on the newest conceptual advancements and methodological approaches in the study of glial cells in synaptic functions, development and CNS diseases.

 

Sportello LESIONI SPINALI

Paziente tetraplegico operato al CTO di Torino torna a usare le mani

Una notizia che abbiamo letto tutti di recente sui giornali. Noi del NICO abbiamo la fortuna di collaborare da anni con il dott. Bruno Battiston e il prof. Diego Garbossa - i chirurghi che hanno svolto l'operazione - e ci siamo fatti spiegare bene in cosa consiste l’intervento, quale era la situazione del paziente e quali saranno i possibili risultati. 
Tutto questo al di là delle semplificazioni e dei titoli roboanti dei giornali, comprensibilmente utilizzati per attirare l’attenzione dei lettori.

10 giugno 2019