Medulloblastoma: la proteina CENPE nuovo bersaglio terapeutico?

Condividi su
14/05/2021
Medulloblastoma: la proteina CENPE nuovo bersaglio terapeutico?

Cancers, 1 marzo 2021
Medulloblastoma: la proteina CENPE nuovo bersaglio terapeutico?

L'inibizione della proteina CENPE in cellule di questo grave tumore cerebrale è in grado di indurre difetti nella divisione cellulare, aumento di danno al DNA e morte cellulare. Sono queste le conclusioni del lavoro pubblicato sulla rivista Cancers dal gruppo NICO di Neurogenesi embrionale guidato dal prof. Ferdinando Di Cunto, risultati che supportano lo sviluppo di studi aggiuntivi su questo possibile bersaglio terapeutico per il medulloblastoma di sottotipo SHH.

Iegiani G1,2, Gai M3, Di Cunto F1,2, Pallavicini G1,2 

Il medulloblastoma è il più comune tumore cerebrale dell’età pediatrica, ed è classificato in quattro sottogruppi molecolari: WNT, SHH, Gruppo 3 e 4. Il trattamento di questo tipo di neoplasia consiste nella rimozione chirurgica della massa tumorale, radioterapia e chemioterapia. Questi trattamenti conseguono buoni risultati riguardo alla sopravvivenza, tuttavia, determinano importanti disturbi neurologici, cognitivi ed endocrini. È quindi necessario individuare nuove terapie più specifiche ed efficaci.

Gruppo Di Cunto - web
Nel lavoro pubblicato sulla rivista Cancers - e sviluppato grazie al finanziamento di AIRC - Giorgia Iegiani e Gianmarco Pallavicini del gruppo di Neurogenesi embrionale guidato dal prof. Ferdinando Di Cunto hanno studiato la proteina CENPE come possibile bersaglio terapeutico per il medulloblastoma di sottotipo SHH.
figura
Immagine rappresentativa delle DAOY (cellule di medulloblastoma) 24 ore dopo il trattamento con DMSO (controllo) o l’inibitore di CENPE (GSK92329). In verde si vede CENPE, in bianco la Tubulina e in blu il nucleo. Si può notare come nelle cellule in cui CENPE è inibito i cromosomi non sono correttamente allineati.

CENPE è una proteina che svolge un ruolo fondamentale durante la divisione cellulare. Lo spegnimento del gene CENPE in cellule di medulloblastoma è in grado di indurre difetti nella divisione cellulare, aumento di danno al DNA e morte cellulare. Risultati molto simili sono stati ottenuti con un inibitore farmacologico di CENPE - GSK923295 – già testato pazienti umani affetti da altre tipologie di cancro.

Questi dati supportano lo sviluppo di studi aggiuntivi per testare l’effetto di GSK923295 negli altri sottotipi di medulloblastoma.

graphical abstract
Lo spegnimento genico e l’inibizione farmacologica di CENPE con GSK923295 in cellule di medulloblastoma determinano un aumento di morte cellulare per catastrofe mitotica e del danno al DNA.

 

Neuroscience Institute Cavalieri Ottolenghi, 10043 Turin, Italy
Department of Neuroscience ‘Rita Levi Montalcini’, University of Turin, 10126 Turin, Italy
Department of Molecular Biotechnology and Health Sciences, University of Turin, 10126 Turin, Italy

Agenda

15 ottobre 2021

Sportello LESIONI SPINALI

Mandateci le vostre domande

Premesso che al NICO ci occupiamo di ricerca di base (e non abbiamo quindi pazienti in cura), crediamo sia compito di noi ricercatori dare risposte chiare e soprattutto scientificamente corrette a chi incorre in notizie parzialmente false, scorrette o addirittura in vere e proprie bufale.
Il caso Stamina ci ha insegnato a essere vigili: un piccolo soffio di vento, se “seminato” in un terreno fertile, può infatti scatenare una pericolosa tempesta.

Da qui la volontà di creare questo sportello, uno spazio dedicato alle vostre domande e ai vostri dubbi. Un progetto nato in sinergia con il Coordinamento Para-Tetraplegici del Piemonte, con cui siamo in contatto da molto tempo, e con il Prof. Diego Garbossa, Primario di Neurochirurgia di Città della Salute e della Scienza di Torino, con cui abbiamo creato un team che riunisce ricerca base e neurochirurgia.

Inviate le vostre domande e le leggete alcune delle nostre risposte

31 agosto 2020