Neurogenesi adulta nei mammiferi: variazioni e confusioni

Condividi su
29/08/2016
Neurogenesi adulta nei mammiferi: variazioni e confusioni

Neurogenesi adulta nei mammiferi: variazioni e confusioni

Lipp H.-P.a-c, Bonfanti L.d, e

Molte variazioni che portano a confusione: questo il succo di 25 anni di studi sulla neurogenesi adulta raccontato e discusso nell'ultima review pubblicata su Brain Behavior and Evolution da Luca Bonfanti (NICO) con uno dei massimi esperti di neurogenesi dell'ippocampo, lo svizzero Hans-Peter Lipp.

L'articolo, nato da un meeting tenutosi a Chicago che ha riunito neurobiologi di tutto il mondo interessati a studiare le differenze della plasticità cerebrale nei vari mammiferi, mette in luce le difficoltà a "traslare" al cervello dell'uomo i risultati ottenuti nei topi di laboratorio.

La genesi di nuovi neuroni esiste anche nel nostro cervello, ma la sua intensità è fortemente diminuita, anche se i calcoli prodotti da diversi laboratori non sono concordi su questo punto. Il passo successivo è capire quanto (e cosa) abbiamo perso rispetto al topo e individuare altre forme di plasticità forse meno eclatanti ma sopravvissute al giudizio dell'evoluzione.

La figura illustra la diminuzione della neurogenesi adulta in diversi mammiferi
BBE-Karger Fig 1
Institutes aAnatomy and bEvolutionary Medicine, University of Zurich, Zurich, Switzerland;
cSchool of Laboratory Medicine, University of Kwazulu-Natal, Durban, South Africa; 
dDepartment of Veterinary Sciences, University of Turin, Turin, and eNeuroscience Institute Cavalieri Ottolenghi, Orbassano, Italy

Agenda

25 novembre 2021

Sportello LESIONI SPINALI

Mandateci le vostre domande

Premesso che al NICO ci occupiamo di ricerca di base (e non abbiamo quindi pazienti in cura), crediamo sia compito di noi ricercatori dare risposte chiare e soprattutto scientificamente corrette a chi incorre in notizie parzialmente false, scorrette o addirittura in vere e proprie bufale.
Il caso Stamina ci ha insegnato a essere vigili: un piccolo soffio di vento, se “seminato” in un terreno fertile, può infatti scatenare una pericolosa tempesta.

Da qui la volontà di creare questo sportello, uno spazio dedicato alle vostre domande e ai vostri dubbi. Un progetto nato in sinergia con il Coordinamento Para-Tetraplegici del Piemonte, con cui siamo in contatto da molto tempo, e con il Prof. Diego Garbossa, Primario di Neurochirurgia di Città della Salute e della Scienza di Torino, con cui abbiamo creato un team che riunisce ricerca base e neurochirurgia.

Inviate le vostre domande e le leggete alcune delle nostre risposte

31 agosto 2020