Sindrome di Dowm: dalla diagnosi alla terapia

Condividi su
19/10/2017
Sindrome di Down

C'erano anche Gaia Berto e Adelaide Chiotto, del gruppo di Neurogenesi embrionale guidato dal prof. Ferdinando Di Cunto, al congresso Sindrome di Down: dalla diagnosi alla terapia, organizzato e ospitato dall'Università di Napoli Federico II il 20 ottobre 2017.

Benché nota da più di 150 anni, questa complessa patologia pone problemi di diagnosi in epoca prenatale e non ha a tutt'oggi alcuna terapia. Il convegno è il primo di una serie che affronterà, con cadenza annuale, differenti problematiche legate alla Sindrome di Down. Le più recenti acquisizioni sulla diagnosi precoce non invasiva di anomalie cromosomiche, in particolare della trisomia del cromosoma 21, e nuovi approcci terapeutici volti a correggere le alterazioni mitocondriali evidenziate nei tessuti di pazienti con sindrome di Down, sono le tematiche centrali di quest'anno.

Le nostre ricercatrici hanno presentato i loro ultimi dati inerenti ai progetti che stanno svolgendo presso il NICO. In particolare le loro ricerche si concentrano sullo studio delle cause della disabilità intellettiva della Sindrome di Down.

Più nel dettaglio, la dr.ssa Berto ha parlato del suo lavoro intitolato "TTC3: a Down Syndrome gene involved in neuronal migration", mentre la dr.ssa Chiotto ha presentato il suo progetto di dottorato intitolato "Neuronal cell autonomous defects in a mouse model of Down Syndrome: the contribution of TTC3 gene".

Agenda

25 novembre 2021

Sportello LESIONI SPINALI

Mandateci le vostre domande

Premesso che al NICO ci occupiamo di ricerca di base (e non abbiamo quindi pazienti in cura), crediamo sia compito di noi ricercatori dare risposte chiare e soprattutto scientificamente corrette a chi incorre in notizie parzialmente false, scorrette o addirittura in vere e proprie bufale.
Il caso Stamina ci ha insegnato a essere vigili: un piccolo soffio di vento, se “seminato” in un terreno fertile, può infatti scatenare una pericolosa tempesta.

Da qui la volontà di creare questo sportello, uno spazio dedicato alle vostre domande e ai vostri dubbi. Un progetto nato in sinergia con il Coordinamento Para-Tetraplegici del Piemonte, con cui siamo in contatto da molto tempo, e con il Prof. Diego Garbossa, Primario di Neurochirurgia di Città della Salute e della Scienza di Torino, con cui abbiamo creato un team che riunisce ricerca base e neurochirurgia.

Inviate le vostre domande e le leggete alcune delle nostre risposte

31 agosto 2020