Due ormoni, una diversa regolazione: come estrogeno e progesterone controllano il sistema kisspeptina

Condividi su
03/06/2018
Due ormoni, una diversa regolazione: come estrogeno e progesterone controllano il sistema kisspeptina

Brain Reserch, giugno 2018
Due ormoni, una diversa regolazione: come estrogeno e progesterone controllano il sistema kisspeptina

Marilena M1, Mariangela M2, Trova S3, Farinetti A1, Ponti G3,4, Gotti S1, Panzica G1

La Kisspeptina (kiss) è un sistema dimorfico, con più alta concentrazione nella femmina che nel maschio. A livello cerebrale la kiss regola la pubertà e la fertilità femminile. Le cellule kiss sono presenti in due diversi nuclei ipotalamici: la regione periventricolare (RP3V) e il nucleo arcuato (ARC). Da qui le fibre kiss proiettano principalmente all’area preottica (POA) dell’ipotalamo, contattando i neuroni GnRH, regolatore della secrezione degli ormoni luteinizzante (LH) e follicolo-stimolante (FSH) nell’ipofisi, ma anche al nucleo paraventricolare (PVN), importante centro di controllo del sistema riproduttivo e metabolico.

Durante il ciclo estrale gli ormoni gonadici fluttuano con una più alta concentrazione di estrogeno (E2) durante la fase di estro e di progesterone durante la fase di diestro. Come ampiamente dimostrato dalla letteratura scientifica, in condizioni fisiologiche gli ormoni gonadici modulano il sistema kisspeptina modificandone l’espressione nelle diverse fasi del ciclo estrale: più alta nella fase di estro in RP3V e PVN (feedback positivo), e in ARC durante la fase di diestro (feedback negativo).

In questo lavoro i ricercatori del gruppo di Neuroendocrinologia - guidato da Giancarlo Panzica - hanno voluto investigare meglio l’effetto sul sistema kisspeptina di questi due ormoni, sia somministrati singolarmente che insieme, cercando di mimare un normale ciclo estrale. A tal fine, hanno utilizzato delle femmine di topo CD1 ovarectomizzate e trattate con E2, P e E2+P, seguendo una tempistica che emulava perfettamente le diverse fasi del ciclo murino.

Le due popolazioni cellulari del sistema kisspeptina hanno reagito in maniera completamente differente al trattamento ormonale: l’incremento della kiss nel RP3V era dato dall’E2 (anche quando somministrato con P), mentre nell’ARC solo dal progesterone. Tutti i trattamenti, invece, aumentavano l’innervazione kisspeptina nel PVN; sembrerebbe quindi che questo nucleo sia innervato da fibre kiss che dipartono dal RP3V, ma anche dall’ARC. 

Tuttavia, tale incremento presentava delle differenze nelle diverse aree del nucleo. Nel nostro precedente lavoro (Marraudino et al., 2017) abbiamo dimostrato attraverso un’analisi dettagliata del PVN, che nel nucleo le fibre kisspeptina si distribuiscono in maniera eterogenea, concentrandosi in una specifica zona mediale, chiamata ‘parvocellulare’, fulcro del controllo metabolico. Qui, invece, dimostriamo che tale zona del PVN è maggiormente interessata dal controllo estrogenico, suggerendo che la kisspeptina può essere un regolatore indiretto degli ormoni gonadici di quei sistemi che non esprimono i recettori per gli estrogeni.

kiss_fig
Figura: In alto, i livelli analizzati negli encefali di topo e la procedura sperimentale effettuata.
In basso a sinistra le immagini e i diagrammi evidenziano l’effetto dell’estradiolo (E2) (da solo o con P) nella regione periventricolare (RP3V). A destra, le immagini e il diagramma dimostrano l’effetto attivazionale del progesterone (P) sul sistema kisspeptina nel nucleo arcuato (ARC). Le fibre che dipartono prevalentemente dal RP3V, ma anche dall’ARC innervano il nucleo paraventricolare (PVN), che presenta un aumento della immunoreattività a seguito di tutti i trattamenti.
1 Neuroscience Institute Cavalieri Ottolenghi (NICO), Regione Gonzole 10, Orbassano, Torino, Italy; Laboratory of Neuroendocrinology, Department of Neuroscience, Rita Levi Montalcini, University of Torino, Via Cherasco 15, Torino, Italy.
2 Department of Biological Sciences, North Carolina State University, Raleigh, NC 27695-7614, United States.
3 Neuroscience Institute Cavalieri Ottolenghi (NICO), Regione Gonzole 10, Orbassano, Torino, Italy.
4 Department of Veterinary Sciences, University of Torino, Largo Braccini 2, Grugliasco, Torino, Italy.

Agenda

15 ottobre 2021

Giornata Mondiale dell'Anatomia: La Scuola di Levi

Venerdì 15 ottobre, in occasione della Giornata Mondiale dell’Anatomia Umana, l'Università di Palermo organizza un webinar dedicato a Giuseppe Levi.

Al nostro direttore Alessandro Vercelli è affidato il compito di delineare il profilo dello scienziato che - a partire dal 1919 - lavorò presso l'Istituto di Anatomia dell'Università di Torino, dove è ricordato anche per essere stato maestro dei premi Nobel Rita Levi-Montalcini, Renato Dulbecco e Salvador Luria. 

15 ottobre 2021

Sportello LESIONI SPINALI

Mandateci le vostre domande

Premesso che al NICO ci occupiamo di ricerca di base (e non abbiamo quindi pazienti in cura), crediamo sia compito di noi ricercatori dare risposte chiare e soprattutto scientificamente corrette a chi incorre in notizie parzialmente false, scorrette o addirittura in vere e proprie bufale.
Il caso Stamina ci ha insegnato a essere vigili: un piccolo soffio di vento, se “seminato” in un terreno fertile, può infatti scatenare una pericolosa tempesta.

Da qui la volontà di creare questo sportello, uno spazio dedicato alle vostre domande e ai vostri dubbi. Un progetto nato in sinergia con il Coordinamento Para-Tetraplegici del Piemonte, con cui siamo in contatto da molto tempo, e con il Prof. Diego Garbossa, Primario di Neurochirurgia di Città della Salute e della Scienza di Torino, con cui abbiamo creato un team che riunisce ricerca base e neurochirurgia.

Inviate le vostre domande e le leggete alcune delle nostre risposte

31 agosto 2020