Primo meeting del Club SIE Endocrinologia ambientale

Condividi su
18/06/2017
Primo meeting del Club SIE Endocrinologia ambientale

Promuovere la ricerca scientifica, la formazione specialistica nell’ambito delle patologie endocrine legate all’esposizione agli inquinanti ambientali, ma anche incontri scientifico-divulgativi per incrementare le conoscenze sui rischi insiti nell’esposizione a sostanze tossiche e sostenere studi di ricerca traslazionale e di base nel campo endocrino-ambientale.

È l'obiettivo del Club SIE Endocrinologia ambientale della Società Italiana di Endocrinologia - coordinato dai prof. A. Lenzi e A. Colao - che si è riunito per il suo primo meeting il 19 giugno a Roma, presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. L'evento, promosso dalla SIE, ha avuto il contributo del Comitato nazionale per la Biosicurezza, le Biotecnologie e le Scienze della vita (CnBBSV), l'organismo di supporto della Presidenza del Consiglio dei Ministri che ha il compito di assicurare il coordinamento, l'armonizzazione e l'integrazione di programmi, iniziative e attività dei Ministeri, degli Enti e degli Organismi pubblici e privati operanti nel settore delle biotecnologie, al fine di garantire forme di intervento unitarie e omogenee.

Protagonisti di questo primo incontro la Segreteria della Presidenza del Consiglio, l'Istituto Superiore di Sanità ed ENEA, che hanno illustrato le posizioni del Governo italiano sul tema della regolamentazione degli interferenti endocrini e i progetti portati avanti in questo campo presso ISS ed ENEA.

A seguire, una serie di discussioni sull'impatto degli IE sui tumuri tiroidei, tumori ipofisari, sulla fertilità maschile e femminile e sulla sindrome metabolica. Nel pomeriggio, una serie di brevi comunicazioni e - a chiusura del convegno - la lettura magistrale su Interferenti endocrini e circuiti neuroendocrini (clicca per leggere la relazione) del prof. Giancarlo Panzica, Direttore del Dipartimento di Neuroscienze dell'Università di Torino e responsabile del gruppo di ricerca di Neuroendocrinologia qui al NICO.

>> leggi tutte le relazioni

Il prof. Panzica ha evidenziato come anche il sistema nervoso centrale sia un importante bersaglio per l'azione degli ormoni e quindi degli IE. Lo studio di tali effetti è stato condotto in vari modelli animali. In particolare sono stati esaminati gli effetti del bisfenolo A (componente ubiquitario delle plastiche e di molti altri prodotti industriali) sul differenziamento di alcuni circuiti cerebrali coinvolti nel controllo della riproduzione, del comportamento sessuale e del controllo energetico; e gli effetti della tributiltina - composto organostannico a larga diffusione, presente nei PVC e nei pesticidi - sui circuiti di controllo del comportamento di assunzione del cibo e del metabolismo energetico.

rep

il venerdì di Repubblica del 17/4/2017

Gli ottocento veleni nascosti dove meno te l'aspetti

leggi l'intervista al prof. Panzica

Agenda

15 ottobre 2021

Giornata Mondiale dell'Anatomia: La Scuola di Levi

Venerdì 15 ottobre, in occasione della Giornata Mondiale dell’Anatomia Umana, l'Università di Palermo organizza un webinar dedicato a Giuseppe Levi.

Al nostro direttore Alessandro Vercelli è affidato il compito di delineare il profilo dello scienziato che - a partire dal 1919 - lavorò presso l'Istituto di Anatomia dell'Università di Torino, dove è ricordato anche per essere stato maestro dei premi Nobel Rita Levi-Montalcini, Renato Dulbecco e Salvador Luria. 

29 ottobre 2021

Sportello LESIONI SPINALI

Mandateci le vostre domande

Premesso che al NICO ci occupiamo di ricerca di base (e non abbiamo quindi pazienti in cura), crediamo sia compito di noi ricercatori dare risposte chiare e soprattutto scientificamente corrette a chi incorre in notizie parzialmente false, scorrette o addirittura in vere e proprie bufale.
Il caso Stamina ci ha insegnato a essere vigili: un piccolo soffio di vento, se “seminato” in un terreno fertile, può infatti scatenare una pericolosa tempesta.

Da qui la volontà di creare questo sportello, uno spazio dedicato alle vostre domande e ai vostri dubbi. Un progetto nato in sinergia con il Coordinamento Para-Tetraplegici del Piemonte, con cui siamo in contatto da molto tempo, e con il Prof. Diego Garbossa, Primario di Neurochirurgia di Città della Salute e della Scienza di Torino, con cui abbiamo creato un team che riunisce ricerca base e neurochirurgia.

Inviate le vostre domande e le leggete alcune delle nostre risposte

31 agosto 2020