Istituto

Condividi su

Il NICO ospita numerosi laboratori che assicurano la copertura di un'ampia gamma di attività multidisciplinari di ricerca applicate alle neuroscienze - neuroanotomia, biologia cellulare e molecolare, genetica, fisiologia cellulare - garantendo un clima estremamente collaborativo e scientificamente stimolante.

L'istituto è organizzato in tre piani/livelli, ognuno con una propria logica funzionale.

Il piano interrato accoglie le strutture dedicate agli animali, compresi l'ambulatorio, le stanze per lo studio del comportamento e il centro per l'acquisizione e l'analisi delle immagini.

Il piano terra ospita il laboratorio di neurobiologia clinica per la diagnosi della sclerosi multipla, i laboratori di biologia cellulare, le attrezzatture per P2 e P3, la sala conferenze e gli uffici di professori, ricercatori e studenti post-dottorandi.

Il piano superiore è organizzato in un grande open-space che contiene i laboratori di neuroanatomia e due spazi indipendenti con le attrezzature di biologia molecolare e elettrofisiologia. Questo piano ospita inoltre gli uffici dell'amministrazione, di altri professori e una piccola sala riunioni.

Chi siamo, i gruppi di ricerca [ scarica la brochure in pdf ]

Report annuali e progetto delle attività di ricerca dell'Istituto:

Agenda

16 febbraio 2019

Torino - 10th International Meeting STEROIDS and NERVOUS SYSTEM

Since 2001, this meeting represented an important event for basic and clinical researchers working on this emerging scientific topic. We will address state-of-the-art approaches in the field of steroids and nervous system, including behavior, epigenetics, genomic and non-genomic actions, the vitamin D, neurodegenerative and psychiatric disorders, and the interference among endocrine disruptors and steroid signaling.

Ricerca

Identificato un nuovo bersaglio per contrastare la SMA

L’inibizione della proteina JNK rallenta la progressione della malattia che colpisce i motoneuroni ed è la prima causa genetica di morte nell’infanzia. Lo dimostra uno studio pubblicato su Frontiers in Molecular Neuroscience dal nostro gruppo di ricerca guidato da Alessandro Vercelli, in collaborazione con l’Istituto Mario Negri di Milano. Chiarire i meccanismi molecolari alla base della SMA può aprire la strada allo sviluppo di nuove terapie.

24 ottobre 2018