News ricerca

Condividi su

Filtra per anno:

73° Congresso SIAI - Società Italiana di Anatomia e Istologia

C'erano anche i ricercatori del NICO - Università di Torino al Congresso Nazionale SIAI che si è svolto a Napoli dal 22 al 24 settembre.
Ecco le due lecture presentate da Giancarlo Panzica e Stefano Gotti del gruppo di ricerca di Neuroendocrinologia.

25 settembre 2019

Sclerosi multipla: chiarito il meccanismo che ‘infiamma’ gli astrociti nelle lesioni della mielina

Lo studio coordinato dall’Istituto di neuroscienze del Cnr di Milano dimostra che la microglia, cellule immunitarie del sistema nervoso, sarebbe di per sé sempre benefica sui precursori degli oligodendrociti, le cellule in grado di riparare le lesioni mieliniche, ma può diventare dannosa quando attiva un altro tipo di cellule presenti nel cervello, gli astrociti. Il lavoro, pubblicato sulla prestigiosa rivista Acta Neuropathologica, ha coinvolto principalmente l’Università degli Studi di Milano, il gruppo del NICO - Università di Torino guidato dalla prof.ssa Annalisa Buffo, l'Università di Genova e il Policlinico San Martino di Genova. 

10 settembre 2019

Marina Boido del NICO-UNITO tra i vincitori del bando di Fondazione Telethon 2019

La Commissione medico-scientifica di Fondazione Telethon ha selezionato i vincitori del bando 2019 per la ricerca sulle malattie genetiche rare.
Tra i 35 progetti finanziati complessivamente, il Piemonte si aggiudica fondi per un totale di oltre 960mila euro a sostegno di 5 progetti: 3 dell'Università di Torino e 2 del Piemonte Orientale.

15 luglio 2019

Interferenza a RNA: un approccio terapeutico innovativo per la leucodistrofia, rara malattia neurodegenerativa

Dimostrata per la prima volta l’efficacia dell’iRNA su neuroni differenziati a partire da cellule staminali di pazienti. Sulla prestigiosa rivista Brain lo studio - guidato da Alfredo Brusco (Dipartimento di Scienze Mediche UNITO) e Annalisa Buffo (Dipartimento di Neuroscienze Rita-Levi Montalcini UNITO e NICO) - propone una nuova strategia terapeutica per curare malattie genetiche associate alla duplicazione di un gene, come la leucodistrofia autosomica dominante a esordio in età adulta (ADLD).

25 giugno 2019

SCOPERTE NELL’IPOTALAMO LE TRACCE DELLA MEMORIA

Lo studio pubblicato su Neuron scalfisce il dogma che colloca principalmente nell’ippocampo la formazione dei ricordi. 
È possibile attivare o bloccare l’espressione della paura controllando selettivamente i neuroni ipotalamici che producono ossitocina. La scoperta di un team di ricerca europeo, rappresentato in Italia da noi del NICO – Università di Torino. Comprendere i circuiti nervosi che sottendono la memoria della paura può aiutare nel trattamento di disordini psichiatrici come l’ansia, in cui la paura si trasforma da risorsa per la sopravvivenza a fenomeno patologico.

Fino al 22 agosto download gratuito da questo link

10 giugno 2019

Ossitocina e vasopressina, nuovi orizzonti per vecchi ormoni

ScienzainRete ha chiesto a Giancarlo Panzica, esperto nella fisiologia ormonale dell’ossitocina che qui al NICO guida il gruppo di Neuroendocrinologia, di scrivere un compendio della migliore conoscenza disponibile sul tema della manipolazione del comportamento, e in particolare per quanto riguarda le possibilità offerte dalla chimica e dalla farmacologia. Il risultato è la review che riportiamo, dove si sottolinea soprattutto l’emergenza nella discussione di un secondo ormone, la vasopressina - di cui sin qui si è discusso solo marginalmente - nel regolare antagonisticamente il sistema dell’ossitocina. L’importanza di considerare gli effetti di singole molecole nell’intero sistema d'interazioni molecolari non può essere sottostimata; per questo è giusto inserire nella discussione almeno del principale antagonista dell’ossitocina.

10 giugno 2019

Grant Fondazione Veronesi 2019: Sara Bonzano del NICO tra i 198 vincitori

La nostra ricercatrice Sara Bonzano vince per il secondo anno di seguito il grant di Fondazione Umberto Veronesi. Tra le 198 borse di ricerca annuali assegnate per il 2019, Sara ha vinto una delle 21 destinate all'area neuroscienze.  La Cerimonia di premiazione si è svolta il 21 marzo all'Università di Milano.

21 marzo 2019

UPDATE IN NEUROSCIENZE DI BASE: MORFOLOGIA E DINTORNI

Creare nuovi network per potenziare le sinergie già esistenti tra i ricercatori, ed estendere le collaborazioni ad altri gruppi di ricerca biologica e medica. Con questo obiettivo si riuniscono alcuni dei principali gruppi di anatomisti italiani impegnati in ricerche di base e traslazionale nell’ambito delle Neuroscienze. L'organizzazione del meeting, in programma il 21 e 22 gennaio a Palermo, è stata curata dal nostro direttore, il prof. Alessandro Vercelli, e dal prof. Francesco Cappello (Università di Palermo).

18 gennaio 2019

Agenda

29 novembre 2019

NICO Progress Report - INN Open Neuroscience Forum 2019

I nostri giovani ricercatori aggiornano i colleghi sulle loro ricerche. Appuntamento ogni due venerdì.

15 novembre 2019

XXIX CONVEGNO GISN - Bari 2019

Il 16 e 17 novembre è in programma all'Università di Bari ‘Aldo Moro’ il 29° Convegno nazionale della G.I.S.N., l'associazione scientifica rivolta agli studiosi della morfologia del sistema nervoso.

14 novembre 2019

BraYn 2019 - dal 14 al 16 novembre a Milano

Incoraggiare i giovani ricercatori dei laboratori in tutta Italia a incontrarsi, connettersi, collaborare e condividere uno spazio dove possano scambiare conoscenze e idee, stabilendo così collaborazioni tra gruppi. Torna per il secondo anno, con lo stesso l'obiettivo, l'appuntamento con Brainstorming Research Assembly for Young Neuroscientists - che ha ottenuto tra gli altri il patrocinio del NICO.

Sportello LESIONI SPINALI

Paziente tetraplegico operato al CTO di Torino torna a usare le mani

Una notizia che abbiamo letto tutti di recente sui giornali. Noi del NICO abbiamo la fortuna di collaborare da anni con il dott. Bruno Battiston e il prof. Diego Garbossa - i chirurghi che hanno svolto l'operazione - e ci siamo fatti spiegare bene in cosa consiste l’intervento, quale era la situazione del paziente e quali saranno i possibili risultati. 
Tutto questo al di là delle semplificazioni e dei titoli roboanti dei giornali, comprensibilmente utilizzati per attirare l’attenzione dei lettori.

11 giugno 2019