News ricerca

Condividi su

Filtra per anno:

Neurone o astrocita? Scoperto il gene che guida le staminali adulte nella scelta del loro destino.

Il gene COUP-TFI controlla che le staminali producano la giusta quantità di nuovi neuroni o astrociti. Un eccesso dei secondi è la conseguenza di processi infiammatori associati a patologie tra cui l’Alzheimer. La scoperta del team guidato da Silvia De Marchis, del nostro gruppo di Neurogenesi adulta.

13 luglio 2018

Medulloblastoma: bloccata la progressione del tumore che colpisce il cervelletto dei bambini.

Inattivare la proteina Citron Kinase determina la morte delle cellule tumorali. I risultati dello studio del gruppo di Ferdinando Di Cunto - realizzati anche grazie al sostegno dell'AIRC e pubblicati su Cancer Research - aprono nuove prospettive per lo sviluppo di farmaci di supporto nella terapia del medulloblastoma.

8 luglio 2018

Il NICO alla BraYn, la prima conferenza annuale dei giovani Neuroscienziati italiani

C'era anche una nutrita delegazione di nostri giovani ricercatori alla BraYn che si è svolta a Genova il 29 e 30 giugno, con la nostra Enrica Boda nel comitato scientifico. Marina Boido è stata premiata per la miglior presentazione scientifica dedicata al tema della Neurologia perinatale.

30 giugno 2018

Due ormoni, una diversa regolazione: come estrogeno e progesterone controllano il sistema kisspeptina

Su Brain Research di giugno i risultati dello studio del gruppo di Neuroendocrinologia, guidato dal prof. Giancarlo Panzica.

4 giugno 2018

Sox2: un nuovo gene nello sviluppo dell’atassia cerebellare

Svelato un ruolo inedito del fattore di trascrizione Sox2 nel corretto sviluppo del cervelletto. Su Glia i risultati del lavoro del gruppo guidato da Annalisa Buffo, in collaborazione con l'Università di Milano e il gruppo del prof. Tempia.

31 maggio 2018

La microdelezione 16p11.2 associata all’autismo altera la connettività funzionale prefrontale

Su Brain di maggio i risultati dello studio realizzato dal gruppo di ricerca di Annalisa Buffo, in collaborazione con diversi istituti di ricerca.

26 maggio 2018

Cibo, intestino e cervello: una nuova frontiera per capire le malattie del sistema nervoso?

Steroidi, stress, asse intestino-cervello e salute umana: da questa intersezione nasce una nuova entusiasmante area di studio che la ricerca dovrà affrontare in futuro. Senza dimenticare che gli alimenti sono fonti naturali di sostanze, come i neurotrasmettitori, che possono esercitare effetti cruciali sul sistema nervoso negli esseri umani.

25 maggio 2018

Un parallelo tra due sindromi che influenzano il comportamento sessuale maschile

L'incidenza delle disfunzioni è probabilmente finora sottostimata, mentre le cause e i meccanismi di queste patologie non ancora sufficientemente esplorate. In questa pubblicazione su Endocrine il prof. Giancarlo Panzica ha esaminato il ruolo di tre diversi neuromodulatori (dopamina, serotonina e steroidi neuroattivi) nel controllo del comporatmento sessuale maschile, sia nell'uomo che in modelli sperimentali, in modo da comprendere se la disfunzione sessuale persistente osservata possa essere determinata da meccanismi comuni.

24 maggio 2018

Agenda

06 luglio 2018

NICO Progress Report - INN Open Neuroscience Forum

I nostri giovani ricercatori aggiornano i colleghi sulle loro ricerche. Appuntamento ogni due venerdì.

16 febbraio 2019

Torino - 10th International Meeting STEROIDS and NERVOUS SYSTEM

Since 2001, this meeting represented an important event for basic and clinical researchers working on this emerging scientific topic. We will address state-of-the-art approaches in the field of steroids and nervous system, including behavior, epigenetics, genomic and non-genomic actions, the vitamin D, neurodegenerative and psychiatric disorders, and the interference among endocrine disruptors and steroid signaling.

Ricerca

Neurone o astrocita? Scoperto il gene che guida le staminali adulte nella scelta del loro destino.

Il gene COUP-TFI controlla che le staminali producano la giusta quantità di nuovi neuroni o astrociti. Un eccesso dei secondi è la conseguenza di processi infiammatori associati a patologie tra cui l’Alzheimer. La scoperta del team guidato da Silvia De Marchis, del nostro gruppo di Neurogenesi adulta.

13 luglio 2018