Progetti

Condividi su
Qui di seguito trovate una selezione dei progetti e dei network di ricerca in cui siamo coinvolti
Nuove Strategie per la Ricostruzione Neurale basata su Cellule - NSC-Reconstruct
2020-2024 | H2020-SC1-BHC-2018-2020

Consorzio: Elena Cattaneo, Coordinator (Università di Milano), Malin Parmar (University of Lund), Oliver Bruestle (UniversitaetsKlinikum Bonn), Ernest Arenas (Karolinska Institutet), Roger Barker (University of Cambridge), Agnete Kirkeby (Kobenhavns Universitet), Meng Li (Cardiff University), Magdalena Goetz (Helmholtz Zentrum Muenchen), Pierre Vanderhaeghen (VIB-KULeuven Center) , Andreas Bosio (Miltenyi Biotec GMBH), Simone Haupt (Life and Brain GMBH), Carlos Villaescusas (Novo Nordisk).

Progenitori degli oligodendrociti per la riparazione della mielina e la gliomagenesi
2019-2021 | Progetti di ricerca ex-post di Ateneo (Università di Torino e Compagnia di San Paolo)

A.Buffo, E. Boda

Silenziamento genico allele specifico come opzione terapeutica per ADLD: validazione preclinica in vitro su modelli sperimentali umani unici
2020-2022 | ELA International, Luxembourg

Network di ricerca: E. Giorgio e A. Brusco (Università di Torino), S. Goldman (Univ. Rochester, USA)

Sviluppo di Citron Kinase come bersaglio terapeutico per i tumori cerebrali.
2019-2024 | Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (AIRC)

Ferdinando Di Cunto, responsabile del progetto

Implementazione di modelli cellulari e genetici per la validazione di varianti genomiche associate a patologie neurodegenerative.
2019-2021 | Fondazione CRT 

Ferdinando Di Cunto, responsabile del progetto

Dipendenze dalla nuove tecnologie: sviluppo di un modello animale per future applicazioni sull'uomo
2019-2021 | Fondazione CRT

GC Panzica, M Marraudino, S Gotti

Il ruolo della proteina SMN nella traduzione: implicazioni per l’Atrofia Muscolare Spinale
2019-2022 | Fondazione Telethon

Marina Boido, responsabile dell'unità di ricerca
Network di ricerca: coordinatore Gabriella Viero, CNR, Trento

Sviluppo di terapie combinate per la SMA
2019-2020 | AFM Telethon

Marina Boido, responsabile dell'unità di ricerca
Network di ricerca: coordinatore Ruben Artero, Università di Valencia, Spagna; Cécile Martinat, I-STEM, Corbeil-Essonnes, Francia

I mitocondri nell’Atrofia Muscolare Spinale: disfunzioni e mitofagia
2018-2020 | Fondazione CRT - Richieste Ordinarie 2017

Marina Boido

Identificazione di nuovi bersagli e potenziali composti terapeutici per l'Atrofia Muscolare Spinale, utilizzando un modello C.elegans di neurodegenerazione
2017-2020 | Fondazione Telethon

Alessandro Vercelli, responsabile dell'unità di ricerca
Network di ricerca: coordinatore Elia Di Schiavi, CNR, Napoli

Nuove prospettive terapeutiche nel trattamento della sindrome dell'X-fragile
2020-2022 | Fondazione CRT

Coordinatore: Carola Eva Lab. - Partner: 1) Prof. Benedetto Vitiello, Struttura Complessa di Neuropsichiatria Infantile dell’Ospedale Regina Margherita; 2) Dott. Marco Cambiaghi, laboratorio di Neurobiologia del Dipartimento di Neuroscienze, Biomedicina e Movimento, Università di Verona; 3) Prof.ssa Daniela Carulli, laboratorio di Neuroregenerazione dell’Istituto di Neuroscienze di Amsterdam; 4) Dott.ssa Annalisa Bianchini, Associazione Sezione Piemonte Sindrome X-Fragile

Migliorare l'appropriatezza terapeutica dei trattamenti di SM mediante approcci biologici per personalizzare la terapia e ridurre la spesa farmaceutica
2015-2020 | Ministero della Salute

Il progetto punta a migliorare l’appropriatezza terapeutica usando un approccio biologico. Questa strategia può aumentare l’efficacia dei trattamenti, selezionando il farmaco migliore per ciascun paziente e risparmiare, o allocare meglio, enormi quantità di fondi del Sistema Sanitario Nazionale.

Sviluppo di un dispositivo medico basato sul chitosano per migliorare il recupero funzionale dopo prostatectomia radicale
2018-2021 | Bando di Ricerca Sanitaria Finalizzata 

PI Prof. Stefano Geuna

Identificazione e validazione iniziale di nuovi possibili trattamenti per la disabilità intellettuale della syndrome di Down, mediante strategie di riposizionamento
2017-2019 | Fondation Jerome Lèjeune (Paris)

Ferdinando Di Cunto, responsabile del progetto

My-AHA - My Active and Healthy Ageing
gennaio 2016-2019 | Horizon 2020
Coordinatore Alessandro Vercelli, NICO - Università of Torino
Il consorzio è composto da: Istituto Mario Boella (Torino), the Universities of Siegen and Koln (D), Loughborough (GB), Instituto de Biomecanica Valencia (E), Fraunhofer Portugal, Johanniter Austerreich (A), Kasa Solution (D), VitalinQ (N), GESMED (E). Partecipano come partner Extra-EU: Seul National University (South Korea), Tohoku University (Japan), University of the Sunshine Coast (Australia), e JIN company (Japan).
Il ruolo dell’estradiolo nello sviluppo/programmazione del circuito neurormonale del topo
2016-2019 | Governo Spagnolo, Ministero dell’Economia e della Competitività

Coordinatore: Paloma Collado, UNED Madrid (Spain)

Agenda

31 gennaio 2020

NICO Progress Report

I nostri giovani ricercatori aggiornano i colleghi sulle loro ricerche. Appuntamento ogni due venerdì in sala Seminari.

26 febbraio 2020

GLIAL CELLS-NEURON CROSSTALK IN CNS HEALTH AND DISEASE

University of Turin, Italy  
The Workshop is aimed at PhD students and young Postdocs with the goal to promote a thorough understanding of the functions of glial cells in health and disease. The program includes lectures on the newest conceptual advancements and methodological approaches in the study of glial cells in synaptic functions, development and CNS diseases.

Deadline for registration: December 23, 2019.

Sportello LESIONI SPINALI

Paziente tetraplegico operato al CTO di Torino torna a usare le mani

Una notizia che abbiamo letto tutti di recente sui giornali. Noi del NICO abbiamo la fortuna di collaborare da anni con il dott. Bruno Battiston e il prof. Diego Garbossa - i chirurghi che hanno svolto l'operazione - e ci siamo fatti spiegare bene in cosa consiste l’intervento, quale era la situazione del paziente e quali saranno i possibili risultati. 
Tutto questo al di là delle semplificazioni e dei titoli roboanti dei giornali, comprensibilmente utilizzati per attirare l’attenzione dei lettori.

10 giugno 2019