Il 30 settembre torna la Notte dei Ricercatori

Condividi su
22/08/2016
Il 30 settembre torna la Notte dei Ricercatori

Torna per l'unidicesimo anno la Notte Europea dei Ricercatori. Il 30 settembre 2016 oltre 200 città europee vivranno in contemporanea la notte di festa dedicata alla ricerca e ai suoi protagonisti.

logo_newNOTTE RICERCATORI 2016

Avvicinare il grande pubblico al mondo della ricerca e in particolare alla figura del ricercatore, dimostrando che “il ricercatore è una persona normale che fa cose eccezionali”. Con questo obiettivo nasce e cresce ogni anno la Notte dei Ricercatori, contribuendo a diffondere la consapevolezza di quanto la ricerca scientifica sia fondamentale per lo sviluppo culturale, sociale ed economico della società.

Come ogni anno ci saremo anche noi del NICO, vi aspettiamo in Piazza Castello a Torino!

Scopri il programma completo della Notte dei Ricercatori in Piemonte e Valle d'Aosta

notte2016_web1

La Notte dei Ricercatori è un’iniziativa promossa e co-finanziata dalla Commissione Europea, all’interno del Programma Quadro europeo per la Ricerca e l’Innovazione HORIZON 2020.

In Piemonte la Notte rientra nel progetto biennale CLoSER – Cementing Links between Science&society toward Engagement and Responsibility.

CLoSER è organizzato da Università degli Studi di Torino, Politecnico di Torino, Università del Piemonte Orientale, Università degli Studi di Scienze Gastronomiche, Associazione CentroScienza Onlus e Creativa-impresa di comunicazione. Il progetto è coordinato da Agorà Scienza e si svolge nell’ambito del Sistema Scienza Piemonte.

Agenda

16 febbraio 2019

Torino - 10th International Meeting STEROIDS and NERVOUS SYSTEM

Since 2001, this meeting represented an important event for basic and clinical researchers working on this emerging scientific topic. We will address state-of-the-art approaches in the field of steroids and nervous system, including behavior, epigenetics, genomic and non-genomic actions, the vitamin D, neurodegenerative and psychiatric disorders, and the interference among endocrine disruptors and steroid signaling.

Ricerca

Atassia: scoperto il difetto cellulare responsabile di una rara malattia neurologica

Un malfunzionamento dei mitocondri, le centrali energetiche delle cellule, causa lo sviluppo della SCA28, una forma ereditaria di atassia. Dopo 10 anni di studi e grazie al sostegno di Fondazione Telethon, la scoperta del team di ricerca guidato dai proff. Alfredo Brusco e Filippo Tempia dell’Università di Torino e NICO. Lo studio pubblicato sulla prestigiosa rivista Neurobiology of Disease.

4 dicembre 2018