Due ormoni, una diversa regolazione: come estrogeno e progesterone controllano il sistema kisspeptina

Condividi su
04/06/2018
Due ormoni, una diversa regolazione: come estrogeno e progesterone controllano il sistema kisspeptina

Brain Reserch, giugno 2018
Due ormoni, una diversa regolazione: come estrogeno e progesterone controllano il sistema kisspeptina

Marilena M1, Mariangela M2, Trova S3, Farinetti A1, Ponti G3,4, Gotti S1, Panzica G1

La Kisspeptina (kiss) è un sistema dimorfico, con più alta concentrazione nella femmina che nel maschio. A livello cerebrale la kiss regola la pubertà e la fertilità femminile. Le cellule kiss sono presenti in due diversi nuclei ipotalamici: la regione periventricolare (RP3V) e il nucleo arcuato (ARC). Da qui le fibre kiss proiettano principalmente all’area preottica (POA) dell’ipotalamo, contattando i neuroni GnRH, regolatore della secrezione degli ormoni luteinizzante (LH) e follicolo-stimolante (FSH) nell’ipofisi, ma anche al nucleo paraventricolare (PVN), importante centro di controllo del sistema riproduttivo e metabolico.

Durante il ciclo estrale gli ormoni gonadici fluttuano con una più alta concentrazione di estrogeno (E2) durante la fase di estro e di progesterone durante la fase di diestro. Come ampiamente dimostrato dalla letteratura scientifica, in condizioni fisiologiche gli ormoni gonadici modulano il sistema kisspeptina modificandone l’espressione nelle diverse fasi del ciclo estrale: più alta nella fase di estro in RP3V e PVN (feedback positivo), e in ARC durante la fase di diestro (feedback negativo).

In questo lavoro i ricercatori del gruppo di Neuroendocrinologia - guidato da Giancarlo Panzica - hanno voluto investigare meglio l’effetto sul sistema kisspeptina di questi due ormoni, sia somministrati singolarmente che insieme, cercando di mimare un normale ciclo estrale. A tal fine, hanno utilizzato delle femmine di topo CD1 ovarectomizzate e trattate con E2, P e E2+P, seguendo una tempistica che emulava perfettamente le diverse fasi del ciclo murino.

Le due popolazioni cellulari del sistema kisspeptina hanno reagito in maniera completamente differente al trattamento ormonale: l’incremento della kiss nel RP3V era dato dall’E2 (anche quando somministrato con P), mentre nell’ARC solo dal progesterone. Tutti i trattamenti, invece, aumentavano l’innervazione kisspeptina nel PVN; sembrerebbe quindi che questo nucleo sia innervato da fibre kiss che dipartono dal RP3V, ma anche dall’ARC. T

uttavia, tale incremento presentava delle differenze nelle diverse aree del nucleo. Nel nostro precedente lavoro (Marraudino et al., 2017) abbiamo dimostrato attraverso un’analisi dettagliata del PVN, che nel nucleo le fibre kisspeptina si distribuiscono in maniera eterogenea, concentrandosi in una specifica zona mediale, chiamata ‘parvocellulare’, fulcro del controllo metabolico. Qui, invece, dimostriamo che tale zona del PVN è maggiormente interessata dal controllo estrogenico, suggerendo che la kisspeptina può essere un regolatore indiretto degli ormoni gonadici di quei sistemi che non esprimono i recettori per gli estrogeni.

kiss_fig
Figura: In alto, i livelli analizzati negli encefali di topo e la procedura sperimentale effettuata.
In basso a sinistra le immagini e i diagrammi evidenziano l’effetto dell’estradiolo (E2) (da solo o con P) nella regione periventricolare (RP3V). A destra, le immagini e il diagramma dimostrano l’effetto attivazionale del progesterone (P) sul sistema kisspeptina nel nucleo arcuato (ARC). Le fibre che dipartono prevalentemente dal RP3V, ma anche dall’ARC innervano il nucleo paraventricolare (PVN), che presenta un aumento della immunoreattività a seguito di tutti i trattamenti.
1 Neuroscience Institute Cavalieri Ottolenghi (NICO), Regione Gonzole 10, Orbassano, Torino, Italy; Laboratory of Neuroendocrinology, Department of Neuroscience, Rita Levi Montalcini, University of Torino, Via Cherasco 15, Torino, Italy.
2 Department of Biological Sciences, North Carolina State University, Raleigh, NC 27695-7614, United States.
3 Neuroscience Institute Cavalieri Ottolenghi (NICO), Regione Gonzole 10, Orbassano, Torino, Italy.
4 Department of Veterinary Sciences, University of Torino, Largo Braccini 2, Grugliasco, Torino, Italy.

Agenda

15 giugno 2018

NICO Progress Report - INN Open Neuroscience Forum

I nostri giovani ricercatori aggiornano i colleghi sulle loro ricerche. Appuntamento ogni due venerdì.

16 febbraio 2019

Torino - 10th International Meeting STEROIDS and NERVOUS SYSTEM

Since 2001, this meeting represented an important event for basic and clinical researchers working on this emerging scientific topic. We will address state-of-the-art approaches in the field of steroids and nervous system, including behavior, epigenetics, genomic and non-genomic actions, the vitamin D, neurodegenerative and psychiatric disorders, and the interference among endocrine disruptors and steroid signaling.

Ricerca

Cibo, intestino e cervello: una nuova frontiera per capire le malattie del sistema nervoso?

Steroidi, stress, asse intestino-cervello e salute umana: da questa intersezione nasce una nuova entusiasmante area di studio che la ricerca dovrà affrontare in futuro. Senza dimenticare che gli alimenti sono fonti naturali di sostanze, come i neurotrasmettitori, che possono esercitare effetti cruciali sul sistema nervoso negli esseri umani.

25 maggio 2018