Reti perineuronali: un meccanismo per controllare la plasticità del cervello

Condividi su
03/04/2018
Reti perineuronali: un meccanismo per controllare la plasticità del cervello
© ISTOCK.COM/BBBRRN

The Scientist, 1 aprile 2018
Reti perineuronali: un meccanismo per controllare la plasticità del cervello

D Carulli, Dipartimento di Neuroscienze dell'Università e Neuroscience Institute Cavalieri Ottolenghi

Nel sistema nervoso centrale di numerose specie animali, incluso l'uomo, alcuni tipi di neuroni sono rivestiti da uno strato di matrice extracellulare, chiamato rete perineuronale. Come dice il nome, questo rivestimento presenta dei buchi, all'interno dei quali si trovano i contatti sinaptici sul neurone.

Anche se scoperte alla fine del XIX secolo, solo negli ultimi anni si stanno comprendendo la struttura e la funzione delle reti perineuronali. Esse sono coinvolte nella stabilizzazione dei contatti tra neuroni, e di conseguenza nella riduzione della plasticità del sistema nervoso, che è alla base non solo delle capacità di apprendimento ma anche di quelle di riparazione e guarigione dopo un danno. Temi di cui si occupa il nostro gruppo di Fisiopatologia delle cellule staminali cerebrali, guidato da Annalisa Buffo (e di cui fa parte Daniela Carulli).

Studi recenti hanno anche dimostrato un'alterazione della struttura delle reti perineuronali in cervelli post-mortem di pazienti affetti da schizofrenia, e un possibile coinvolgimento delle reti nell'eziopatogenesi dell'autismo, dell'epilessia e della depressione. Le reti perineuronali sono pertanto un target potenziale per il trattamento di numerose patologie del sistema nervoso centrale.

>> leggi l'articolo completo

Agenda

25 maggio 2018

NICO Progress Report - INN Open Neuroscience Forum

I nostri giovani ricercatori aggiornano i colleghi sulle loro ricerche. Appuntamento ogni due venerdì.

16 febbraio 2019

Torino - 10th International Meeting STEROIDS and NERVOUS SYSTEM

Since 2001, this meeting represented an important event for basic and clinical researchers working on this emerging scientific topic. We will address state-of-the-art approaches in the field of steroids and nervous system, including behavior, epigenetics, genomic and non-genomic actions, the vitamin D, neurodegenerative and psychiatric disorders, and the interference among endocrine disruptors and steroid signaling.

Ricerca

Cibo, intestino e cervello: una nuova frontiera per capire le malattie del sistema nervoso?

Steroidi, stress, asse intestino-cervello e salute umana: da questa intersezione nasce una nuova entusiasmante area di studio che la ricerca dovrà affrontare in futuro. Senza dimenticare che gli alimenti sono fonti naturali di sostanze, come i neurotrasmettitori, che possono esercitare effetti cruciali sul sistema nervoso negli esseri umani.

25 maggio 2018