Uomo Virtuale - Corpo, Mente, Cyborg

Condividi su
01/05/2019
Uomo Virtuale

4 maggio - 13 ottobre 2019
Mastio della Cittadella, via Cernaia - Torino  

Orari Martedì – Venerdì: 9:30 – 19:00 | Sabato – Domenica e festivi: 10:00 – 20:00
La biglietteria chiude un’ora prima.

UOMO VIRTUALE.
Corpo, mente, cyborg

dal 4 al 26 giugno arriva ANATOMAGE TABLE
DA GREY’S ANATOMY SBARCA IL TAVOLO OPERATORIO PER ESPLORARE IL CORPO IN 3D
Il contributo alla mostra dell'Università di Torino

forestaneuroni_videoinstall2

Gli strumenti inventati dalla scienza per conoscere e curare il corpo umano, la comprensione del cervello e della mente, la possibilità di integrare e potenziare i nostri organi o di realizzare macchine intelligenti. Sono questi i temi al centro di Uomo Virtuale. Corpo, Mente, Cyborg la grande mostra di divulgazione scientifica dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare che aprirà al pubblico il 4 Maggio  2019 al Mastio della Cittadella di Torino. L’allestimento caratterizzato da videoinstallazioni immersive, giochi interattivi e multi-proiezioni si snoda in uno spazio di 1000 metri quadri disegnando un percorso coinvolgente e divulgativo attraverso grandi isole-cubo tematiche. Il pubblico scoprirà gli strumenti inventati dalla scienza per osservare e curare il corpo umano, per comprendere la mente e potenziare il corpo, sostituendone parti quando necessario.

I visitatori potranno ad esempio entrare nell’intrico di neuroni di una porzione di cervello e attivarli con i propri gesti. In un’altra installazione vedranno le proprie mani trasformarsi virtualmente secondo le rappresentazioni del corpo, che si sono susseguite dagli antichi fino all’imaging avanzato dei giorni nostri. Potranno infine muovere una mano bionica e insegnare a un computer intelligente a riconoscere degli oggetti o le espressioni del viso.  

> scarica la brochure della mostra

Noi del NICO-Università di Torino partecipiamo alla mostra “Uomo Virtuale. Corpo, Mente, Cyborg” con il Brain Game e Anatomage.
Abbiamo poi contribuito a portare in mostra VirtualMente, l'installazione di Corrado Calì, 
ricercatore del KAUST - Arabia Saudita, con cui collaboriamo.
 

braingame2

Brain Game Area tematica "Capire il Cervello"
Siamo abituati a credere che in età adulta il nostro cervello non subisca grandi trasformazioni. In realtà il nostro stile di vita continua a modificare e a plasmare - in senso positivo o negativo - le strutture cerebrali e le connessioni fra i neuroni. Come? il visitatore può scoprirlo rispondendo ad alcune domande del Brain Game: l’installazione ludico-educativa pensata dai ricercatori del NICO per sperimentare in diretta la propria "plasticità cerebrale", come cioè le nostre abitudini plasmino il cervello e l'organizzazione dei circuiti cerebrali.

Brain Game è stato realizzato grazie al contributo scientifico delle nostre ricercatrici Enrica Boda, Marina Boido e Annalisa Buffo.

ANATOMAGEtable

Anatomage – Esplorare il corpo umano in 3D
  disponibile in mostra dal 4 al 27 giugno
  Un corpo umano a grandezza naturale, perfettamente ricostruito in 3D e virtualmente disponibile in un unico dispositivo con design da tavolo operatorio: come in un’aula di Anatomia, il visitatore si trasforma in ricercatore per esplorare e apprendere le parti del corpo grazie al sistema di touch screen interattivo.
Nato per sostituire i cadaveri nello studio dell’Anatomia umana, e usato anche nelle serie Tv Bones e Grey's Anatomy, il tavolo di dissezione virtuale Anatomage sarà disponibile dal 4 al 27 giugno, in collaborazione con NIT - Neuroscience Institute of Turin - Università di Torino e INN - Istituto Nazionale di Neuroscienze.

VirtualMente

VirtualMente – The Fantastic Voyage into the Brain
Come riusciamo a imparare una bella poesia? Come possiamo ricordare le nostre password? Grazie al glucosio, uno zucchero di cui ha bisogno il nostro cervello per svolgere attività come apprendere o memorizzare, ma anche grazie al lattato, il cibo preferito dei neuroni, e prodotto metabolico del glucosio. Questa esperienza immersiva di realtà virtuale accompagna il visitatore in un viaggio all’interno di una porzione del nostro cervello: qui scoprirà come i neuroni interagiscono attraverso le sinapsi e come gli astrociti (un tipo speciale di cellule del cervello) assorbano il glucosio presente nei vasi sanguigni e lo trasformino in lattato, che i neuroni usano per ottenere l’energia necessaria per le attività delle sinapsi.

L'installazione è stata realizzata con il contributo scientifico di Corrado Calì, ricercatore della King Abdullah University of Science and Technology (KAUST)

PER LE SCUOLE

È possibile, grazie alla collaborazione con il Museo Regionale di Scienze Naturali organizzare visite guidate per scuole di ogni ordine e grado. Accanto al percorso espositivo della mostra, i più giovani avranno la possibilità di approfondire i temi della mostra con esperienze didattiche grazie ai laboratori “Comanda il cervello”, “Misura il tuo corpo”, “Come pensa un computer”, pensate per gli studenti delle scuole primare e secondarie di primo grado e gestite dal centro per la didattica delle scienze “Xkè? Il laboratorio della curiosità”.

Scuole secondarie di secondo grado: per informazioni e/o prenotazioni contattare il numero +39 011 6698904 attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 17.00 o scrivere a uomo.virtuale@to.infn.it

Scuole primarie e secondarie di primo grado: per prenotare i laboratori didattici e visite guidate per scuole elementari e secondarie di I grado contattare Xkè? al numero +39 0118129786 attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 17.00

Uomo Virtuale. Corpo, mente, cyborg è una mostra a cura dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) realizzata in collaborazione con IIT- Istituto Italiano di Tecnologia e con il sostegno della Compagnia di San Paolo, il contributo della Regione Piemonte e della Fondazione Palazzo Blu e con il supporto dell’Associazione CentroScienza Onlus.

Sono partner scientifici: il Politecnico di Torino, NICO Neuroscience Institute Cavalieri Ottolenghi, NIT Neuroscience Institute Torino dell’Università di Torino, INN-Istituto Nazionale di Neuroscienze, la Fondazione Centro Conservazione e Restauro “La Venaria Reale” e il Museo Regionale Scienze Naturali.

La mostra, inoltre, ha il patrocinio del Comune di Torino, della Città metropolitana di Torino e dell’Associazione Italiana di Fisica Medica ed è realizzata in collaborazione con Stella Maris, Università di Pisa, Xché il laboratorio della curiosità, Ce.Se.Di. e Reale Mutua e Turismo Torino. Media partner: RAI Ragazzi, RAI TGR, TuttoScienze.

La mostra è inserita nel calendario delle Celebrazioni dei 500 anni dalla morte di Leonardo coordinato dalla Città di Torino.

Per informazioni e/o prenotazioni contattare il numero +39 011 6698904 attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 17.00 o scrivere a uomo.virtuale@to.infn.it

Agenda

21 giugno 2019

NICO Progress Report - INN Open Neuroscience Forum 2019

I nostri giovani ricercatori aggiornano i colleghi sulle loro ricerche. Appuntamento ogni due venerdì.

14 novembre 2019

BraYn 2019 - dal 14 al 16 novembre a Milano

Fino al 31 luglio è possibile sottomettere gli abstract per la seconda conferenza annuale dei giovani neuroscienziati, in programma a Milano dal 14 al 16 novembre 2019.

Ricerca

SCOPERTE NELL’IPOTALAMO LE TRACCE DELLA MEMORIA

Lo studio pubblicato su Neuron scalfisce il dogma che colloca principalmente nell’ippocampo la formazione dei ricordi. 
È possibile attivare o bloccare l’espressione della paura controllando selettivamente i neuroni ipotalamici che producono ossitocina. La scoperta di un team di ricerca europeo, rappresentato in Italia da noi del NICO – Università di Torino. Comprendere i circuiti nervosi che sottendono la memoria della paura può aiutare nel trattamento di disordini psichiatrici come l’ansia, in cui la paura si trasforma da risorsa per la sopravvivenza a fenomeno patologico.

10 giugno 2019